Niccolai: “A Milano per ribaltare il pronostico”. Cuccarolo e Tourè in dubbio

“Affrontiamo una delle grandi favorite del campionato. In questa semifinale partiamo da outsider ma abbiamo le armi per competere e vogliamo fare di tutto per ribaltare il pronostico. E venerdì, per gara 3 a Firenze, sarebbe fantastico trovare un San Marcellino pieno e bello carico per darci il massimo della spinta e del supporto”. Così Andrea Niccolai parlando della sfida di domenica a Milano, gara 1 delle semifinali, playoff conquistata dalla All Food con il bel successo su Cremona.

“Sarà una partita difficilissima – ha spiegato il coach – anche perché è stata una settimana complicata con Cuccarolo ancora out per la febbre, Tourè scavigliato e Vico colpito da un grave lutto familiare. Ma in questa stagione abbiamo sempre reagito agli infortuni ed alle difficoltà con grande orgoglio e sono sicuro che sarà così anche a Milano. Incontriamo una squadra molto forte che dopo un girone di andata non brillantissimo ha trovato gli equilibri giusti perdendo solo tre partite nel ritorno, tenendo un ritmo da capolista. A febbraio – continua il tecnico viola – ha inserito Perez, under di primissimo livello, che ha dato alla squadra quella freschezza ed imprevedibilità necessaria in vista dei playoff. Il roster è dunque profondissimo ed infarcito di giocatori di grande impatto per la categoria, vincitori più volte del campionato di B, come gli esterni Simoncelli, Scanzi e Santolamazza ed i lunghi Piunti e Paleari. In più come specialisti del tiro da tre punti, oltre allo stesso Perez, troveremo il lungo Eliantonio e l’ala piccola Negri, davvero micidiali dall’arco. Sarà durissima ma siamo pronti a giocarcela a testa alta con fiducia ed entusiasmo”.

La conquista della semifinale è arrivata con due larghi successi sulla rivale Juvi, e una gara 2 persa per un punto. 
“Non deve ingannare il largo successo di gara 3 – sottolinea Niccolai – Cremona è una squadra di prima fascia che è arrivata sesta solamente a causa delle tante partite non disputate da Valenti e Bona. Grazie ad un’ottima difesa che ha tenuto i lombardi a 60 punti, siamo riusciti a controllare una gara 3 che si preannunciava complicatissima. E’ stata una grandissima soddisfazione – ha detto ancora il coach parlando della vittoria decisiva a San Marcellino – perché nel momento più delicato della stagione, spalle al muro, quando basta poco per perdere lucidità e rischiare di essere eliminati, abbiamo giocato la partita forse più bella dell’anno, dimostrando grande solidità e carica psico-fisica. Questo mi riempie di orgoglio. Devo ringraziare i nostri ragazzi perché in questi momenti mettere tutta questa energia mentale non è facile: la forza di questo gruppo oltre alle qualità tecniche è la compattezza, l’etica professionale, la capacità di allenarsi duramente ogni giorno, e lo abbiamo dimostrato una volta di più”.
“Ci siamo ampiamente meritati questa semifinale – ha concluso Niccolai – a coronamento di un campionato di alto livello nonostante i tanti contrattempi che abbiamo dovuto superare. Siamo in semifinale playoff per il terzo anno consecutivo, un risultato da sottolineare e di cui essere orgogliosi, di questo va dato merito alla società e a tutto l’ambiente perché è un grande segnale di continuità e programmazione”.

Per ricevere le ultime news sul basket a Firenze, le anticipazioni e i nostri aggiornamenti prima di tutti, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter