Coronavirus, stop del basket toscano. Petrucci: “Di fronte a questo dramma è impossibile andare avanti”

La Toscana della pallacanestro si ferma. La presa di posizione ufficiale arriva direttamente da Roma ed è firmata da Gianni Petrucci. Il presidente della Federazione Italiana Pallacanestro ha scelto una lettera nella tarda serata di giovedì, indirizzata al Consiglio federale al presidente CIA, al presidente CNA, alla rappresentante della Consulta, al coordinatore delle attività del Settore Agonistico, al Collegio dei revisori dei conti e ai presidenti dei Comitati regionali, fra cui quello della Toscana Simone Cardullo, per porre la parole fine all’annata 2019-2020. «Il buon senso mi ha spinto a prendere questa decisione – spiega a La Nazione Petrucci – Quello che sta accadendo nel nostro paese rappresenta un dramma che non ha precedenti e di fronte a tutto questo non si può andare avanti. Lo sport non può essere separato dalla vita umana».

Si attendeva l’ufficialità, adesso è arrivata. Stop definitivo a tutto, sia in ambito maschile che in quello femminile. Dalla Serie C Gold maschile e Serie B femminile passando per tutta l’attività giovanile, fino allo sterminato settore del minibasket. Questa partita purtroppo l’ha vinta il Coronavirus. Il basket della Toscana si ferma per salvaguardare la salute di tutti i protagonisti, dentro e fuori dal campo, e per l’impossibilità di riprogrammare una ripartenza nell’immediato. I sei mesi della stagione 2019-2020 di fatto vengono azzerati e passeranno alla storia come inesistenti. «Non entro nel merito su come saranno considerati questi mesi di attività – prosegue Petrucci – E’ giusto che l’attività regionale, senior e giovanile, si fermi. Per quanto riguarda Serie A, Serie A2 e Serie B, attendo le proposte delle varie leghe che hanno deleghe per questi tornei. Il prossimo Consiglio federale prima di Pasqua? Viviamo giorno dopo giorno. Non c’è ancora una data».

Leggi tutte le notizei del blog relative alla difficile situazione legata alla diffusione in Italia del coronavirus qui

Adesso in Toscana, come in tutte le altre regioni, inizia la lunga stagione dei confronti, delle discussioni e dei progetti con l’obiettivo di ripartire. Si guarda già al domani e a quella che sarà, senza alcuna tempistica certa, la stagione 2020-2021. In ambito giovanile c’è già chi si è mosso. E’ il Pino Dragons che ha già indirizzato alla Fip Toscana una lettera, condivisa da una larghissima base delle società regionali, con una proposta di riassetto per quanto riguarda l’attività di settore giovanile e minibasket. Per non danneggiare la formazione delle annate dal 2002 al 2007, viene proposta la reintroduzione immediata delle categorie “dispari”, ovvero Under 19, Under 17 e Under 15.

La Nazione 28 Marzo 2020

Per ricevere le ultime news sul basket a Firenze, le anticipazioni e i nostri aggiornamenti prima di tutti, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter
E non dimenticate l’app per Android: scaricala

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *