Impresa Virtus Imola: senza difesa la Pallacanestro Firenze assapora il secondo ko stagionale

Seconda sconfitta stagiona della Pallacanestro Firenze che inciampa ancora in trasferta. Dopo il ko di Jesi, questa volta la squadra di Gresta si ferma a Imola, sul campo di una eccellente Virtus e, alla luce del ko di Rieti in casa contro Fabriano, manca l’aggancio al primo posto del girone C. Si può parlare di impresa per inquadrare quanto fatto della squadra di Regazzi, aiutata, mettiamola anche così, da una nuova prestazione difensivamente deficitaria della PF che incassa 92 punti e, a dispetto di quanto visto una settimana fa contro Fiorenzuola, nella ripresa non riesce a ribaltare la partita. Male in difesa, ma anche in attacco molto spesso le soluzioni passano dalle invenzioni dei singoli, su tutti Laganà, sempre in campo e autore di 30 punti. Senza Castelli, con Bushati che scrive virgola (con 4 tiri tentati), se non difendi e non metti pressione a rimbalzo (14 quelli concessi in attacco alla Virtus), vincere fuori casa è molto difficile. Specie sul campo di squadre ben organizzate e che hanno interpreti di buon livello per la Serie B, come i vari Mladenov, Galassi, Aglio, tanto per citare i tre gialloneri che hanno scavallato quota 20 punti.

Imola chiude con 16/38 da 3, una statistica fondamentale per parlare di questa partita. La Virtus infatti prende il comando delle operazioni nel primo tempo proprio con questo fondamentale. Sotto 21-11 al 6′, 36-26 al 14′, la squadra di Gresta è sempre costretta a rincorrere anche nella ripresa, dove affonda anche fino a -16 (66-50) sulle iniziative di uno scatenato Aglio. La partita però rimane ancora aperta perché c’è Laganà. Imola soffre un po’, ma in un PalaRuggi bello caliente, respinge gli assalti disperati di Firenze. Magagnoli mette la quindicesima tripla che vale il +10 (85-75) che a 1’09” dalla sirena pone la parola fine alla gara. Due triple in fila di Ndoja e Venuto non riaprono nulla, perché sull’85-81 a 47″ dalla sirena nessuno rientra in difesa dopo la tripla di Venuto e Morara può schiacciare in solitario il canestro della staffa.

🚀 Unisciti al canale Telegram
📱 Oppure seguici su Facebook | Instagram | Twitter

Virtus Imola 92
Pallacanestro Firenze 83

VIRTUS IMOLA: Galassi 21 (3/5, 5/10), Mladenov 23 (7/8, 3/9), Magagnoli 11 (0/3, 3/8), Carta 2 (1/1), Milovanovic 2 (1/2); Morara 2 (1/6, 0/2), Aglio 22 (4/7, 4/6), Soliani 5 (1/1, 1/1), Tommasini 4 (2/3, 0/2), Pellegrini ne. All.: Regazzi.

PALLACANESTRO FIRENZE: Bushati (0/2, 0/2), Laganà 30 (5/12, 5/7), Passoni 14 (4/7, 2/4), Mazzotti (0/1 da 3), Di Pizzo 12 (5/9); Venuto 10 (2/5 da 3), Ndoja 16 (0/7, 5/8), Castelli ne, Giannozzi ne, Minnucci ne. All.: Gresta.

Arbitri: Vittori e Antimiani.
Parziali: 26-23, 48-39, 68-55.
Note – Tiri liberi: Virtus Imola 4/4, Firenze 13/17. Usciti per 5 falli: Morara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter
Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter