Pallacanestro Firenze, a Jesi ecco il primo ko. Pesano le assenze di Venuto e Ndoja

Prima sconfitta stagionale per la Pallacanestro Firenze che cade a Jesi. Pesano le assenze di Ndoja e Venuto nel ko del PalaTriccoli, dove la squadra di Gresta difende poco e male e viene stesa dalle triple della General Contractor. I marchigiani chiudono con un eloquente 14/31 che fa molto rumore. Lo show di Laganà per trenta minuti non basta. Nella ripresa, con rotazioni risicatissime, emerge la stanchezza e la PF alza bandiera bianca. Oltre a Laganà, in attacco si salvano Di Pizzo e Passoni. Prestazione no di Bushati, da cui, in una giornata così, era lecito attendersi molto di più.
Le nostre pagelle della gara a questo link

🚀 Unisciti al canale Telegram
📱 Oppure seguici su Facebook | Instagram | Twitter

La cronaca. Jesi precisissima dalla lunga distanza e Laganà scintillante: questi i due tratti che caratterizzano un primo quarto dove dominano gli attacchi. La difesa sul perimetro della squadra di Gresta è molto rivedibile (eufemismo), spesso in ritardo e quasi sempre punita da Gatti, Merletto e Marulli. Per fortuna che c’è Laganà che in attacco spiega pallacanestro. L’esterno calabrese spara 16 punti nel primo quarto che tengono in linea di galleggiamento la PF. Jesi continua a martellare, muovendo benissimo la palla e trovando tiri aperti dai 6,75. Sulla seconda tripla di Merletto la General Contractor fa sul +6 (24-18) e torna a far lampeggiare la sirena dell’allarme in difesa, incapace di essere aggressiva. Il quarto è chiuso ancora da un canestro dalla media di Laganà che al 10′ ha le seguenti statistiche: 16 punti con 5/6 da 2, 2/2 da 3, 18 di valutazione. Punteggio sul 27-24.
Con Jesi senza Filippini bloccato dai falli, il secondo quarto vede Di Pizzo allungare le mani sulla partita con tanti punti dentro l’area. I problemi in difesa però rimangono. L’entrata dalla panchina di Rocchi è indigesta alla PF. Il classe 2000 è il primo jesino a raggiungere la doppia cifra ed è il fattore che consente ai padroni di casa di mantenere inerzia e leadership della gara (40-35 al 16′). Il finale di tempino rimescola le carte. Il rientro di Lagana manda in tilt la difesa di Ghizzinardi che prova a raddoppiarlo, ma la mossa apre spazi sul perimetro. Bushati e Castelli muovono bene la palla e pescano Passoni che piazza due triple, la seconda vale il sorpasso (45-46 19′). All’intervallo siamo 47-49.
Senza Ndoja e Venuto, nella ripresa Firenze ha bisogno di abbassare il ritmo per conservare il gioco. E lo fa bene, lasciando tutto l’attacco nelle mani di un magnifico Laganà che ha un’altra sfuriata delle sue e tocca 31 punti con oltre quattordici minuti da giocare. La gara rimane punto a punto, con sorpassi e controsorpassi. Jesi cavalca Filippini fino a quando non trova un ingenuo quarto fallo, poi si rimette a tirare da 3 punti con una nuova, spaventosa efficacia. Bombe di Rocchi e Marulli e nuovo +6 (69-63 al 28′). Questo è il momento di maggiore difficoltà della squadra di Gresta che viene ulteriormente allontanata da Cicconi Massi e Marulli (73-63). Al 30′ siamo 76-65 e Jesi ha la partita in mano.
Il ko della PF è all’orizzonte e viene avvicinato da Marulli che piazza la tripla del +16. I gigliati sono ormai senza energie. Laganà ci prova in solitario, ma anche lui ha la vista annebbiata. Bandiera bianca alzata a festa jesina al PalaTriccoli annunciata con minuti di anticipo. Per competere contro avversarie di buon livello come Jesi non si possono regalare uomini importanti come Ndoja e Venuto, così come non si può difendere con scarsa aggressività come si è visto oggi.
 
General Contractor Jesi 86
Pallacanestro Firenze 79

 
GENERAL CONTRACTOR JESI: Merletto 12 (3/4, 2/5), Marulli 26 (4/7, 6/10), Gatti 8 (1/1, 2/2), Ferraro 6 (0/2, 2/7), Filippini 6 (3/3); Cicconi Massi 11 (4/6), Rocchi 17 (2/3, 2/6), Valentini (0/1 da 3), Konteh, Moretti ne, Giulietti ne, Ginesi ne. All.: Ghizzinardi.

PALLACANESTRO FIRENZE: Bushati (0/2 da 2), Laganà 34 (8/16, 3/8), Passoni 20 (2/4, 5/9), Castelli 6 (2/4, 0/2), Di Pizzo 19 (8/12); Mazzotti (0/2, 0/1), Nnabuife, Venuto ne, Ndoja ne, Giannozzi ne. All.: Gresta.
Arbitri: Settepanella e Valletta.

Parziali: 27-24, 47-49, 76-65.
Note – Tiri liberi: Jesi 10/15, Firenze 15/21. Usciti per 5 falli: nessuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter
Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter