Pallacanestro Firenze, il segreto è la difesa. Ozzano sbancata in rimonta

Vittoria da grande squadra della Pallacanestro Firenze che sbanca Ozzano e, per una notte, si affianca alla Real Sebastiani Rieti in testa alla classifica del girone C. Dopo aver inseguito per oltre tre quarti, la squadra di Gresta cambia registro quando conta e ribalta tutto. Quando a 3’17” dalla fine del terzo tempino Chiappelli fa 1/2 dalla lunetta il punteggio a tabellone dice 62-52. Qui la partita cambia. E cambia come conseguenza del nuovo atteggiamento della PF. Il parziale costruito nei tredici minuti a cavallo fra terzo e quarto tempino dice tutto: 9-30. La difesa prima di tutto: ecco l’arma letale che permette a Ndoja e compagni di invertire l’inerzia della gara. Ndoja, non un nome a caso. Il suo esordio pesa molto nell’economia della gara, perché quando Gresta vara il quintetto tutto esperienza, lui è dentro e piazza canestri pesantissimi. Fondamentali anche Bushati (il migliore in campo), Laganà, Di Pizzo e Passoni in un quarto tempino dominato (6-19). Ozzano? Eccellente per due quarti e mezzo, poi, quando il livello agonistico è salito e la partita è diventata più “sporca”, è quasi scomparsa, messa in un angolo dalla difesa gigliata.

Le nostre pagelle della gara a questo link

La cronaca. Questa volta il protagonista del primo quarto è Bushati. L’albanese decide di prendersi il palcoscenico e spara 12 punti con 5/5 dal campo in un tempino dal ritmo altissimo e dalla poca difesa, da una sponda e dall’altra. Ozzano si conferma squadra profonda e dal gioco armonioso. La Sinermatic mette in difficoltà la PF che è sempre un giro indietro in difesa, ma pulisce tutto in attacco, dove il pallone gira veloce e arrivano tiri aperti. Bushati capisce che è la sua sera e, dopo la prima tripla, entra definitivamente in ritmo con un tiro dalla media e un canestro e fallo su assist back-door dell’esordiente Ndoja. Ozzano sorride con la panchina, da dove Chiappelli e Bonfiglio si alzano e hanno ottimo impatto. Al 10′ siamo 27-27.
Nel secondo quarto il punteggio si abbassa. Più difesa e più palle perse. Gresta alza e abbassa il quintetto, provando (visti i falli di Castelli e i minuti limitati a disposizione di Ndoja) Mazzotti da lungo e chiedendo più protezione sul perimetro. Dietro qualcosa di più viene prodotto, non in attacco, dove Laganà non riesce ad accendersi, fare canestro diventa più difficile. Ozzano va a +6 (45-39) sul finire del tempino grazie a Chiapelli, il migliore per distacco della Sinermatic, Folli e Klyuchnyk. All’intervallo la PF ci arriva sul -4 (45-41) grazie a un canestro di Laganà.
Inizio di ripresa da incubo della squadra di Gresta che resta negli spogliatoi ed è costretta a ingoiare un parziale di Ozzano (9-2). Segna ancora Chiappelli da fuori, poi la rubata di Bonfiglio con contropiede di Folli, infine quattro punti consecutivi di Klyuchnyk: morale della favola, Sinermatic a +11 (54-43). Firenze sta a guardare, mentre in attacco arrivano solo iniziative individuali, con poco costrutto. Gresta ferma subito il gioco con un timeout tempestivo. Passoni e Castelli segnano e regalano ossigeno. Qualcosa cambia sul finire del tempino, quando Gresta piazza tutta l’artiglieria pesante in campo. Il quintetto con Venuto, Bushati, Laganà, Ndoja e Di Pizzo riapre la partita. Il capitano segna dalla lunga, poi Laganà pescato in lob da Bushati, poi ancora Ndoja dall’angolo ed è -2 (62-60 al 29′). Al 30′ punteggio sul 65-63 fissato da una tripla pesantissima sulla sirena di Passoni.

🚀 Unisciti al canale Telegram
📱 Oppure seguici su Facebook | Instagram | Twitter

Firenze impatta a 8’33” dalla fine con un canestro in penetrazione di Bushati (65-65) e sorpassa su un libero di Laganà. Ozzano in attacco ha perso tutta le idee e batte in testa. Di Pizzo segna quattro punti consecutivi, poi Castelli allunga il parziale dalla lunetta (65-72). La difesa ruggisce ancora e lascia solo una tripla a Lasagni che a 4’48” dalla sirena illude la Sinermatic. Illude sì, perché Firenze è in controllo totale e sprinta di nuovo, questa volta per la vittoria, alla precisione ai liberi di Laganà che sfrutta al meglio il tecnico affibbiato a Klyuchnyk e un fallo subito (69-78). Ozzano è spalle al muro e dice ciao ciao alla gara in maniera definitiva sulla persa di Lasagni. Vittoria pesante, frutto di difesa, sacrificio e intelligenza. Gresta può sorridere ed essere molto contento visto come si era messa la partita per due quarti e mezzo.

Sinermatic Ozzano 71
Pallacanestro Firenze 82


SINERMATIC OZZANO: Barattini 3 (1/3 da 3), Folli 5 (1/2, 0/1), Lasagni 12 (4/9 da 3), Felici 7 (2/5, 1/1), Klyuchnyk 11 (5/7, 0/3); Chiappelli 22 (4/5, 3/6); Bonfiglio 4 (1/1, 0/6), Buscaroli 7 (2/3, 1/3), Balducci (0/1, 0/1), Radovanovic ne, Galletti ne, Salsini ne. All.: Loperfido.

PALLACANESTRO FIRENZE: Bushati 20 (4/5, 2/6), Laganà 18 (4/14, 0/1), Passoni 15 (3/4, 3/5), Castelli 8 (3/6, 0/3), Di Pizzo 13 (5/6, 1/1); Ndoja 8 (1/1, 2/6), Venuto (0/2 da 3), Mazzotti (0/2, 0/2), Nnabuife, Giannozzi ne, Minnucci ne. All.: Gresta.

Arbitri: Castellano e Colombo.
Parziali: 27-27, 45-41, 65-63.
Note – Tiri liberi: Ozzano 11/16, Firenze 18/23. Usciti per 5 falli: Barattini, Klyuchnyk e Venuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter
Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter