Enic, continua la maledizione del Palacoverciano

dnc_pino_dragons_enic_firenze_basket2_santomieriDNC – Sembra una maledizione quella che ha colpito l’Enic Firenze incapace di portare a casa i due punti in palio tra le mura amiche del PalaCoverciano. La formazione di Salvetti esce sconfitta 73-80 contro Rucker San Vendemiano dopo una gara di grande equilibrio in cui i biancorossi non sono riusciti ad imporsi nei momenti chiave pagando anche le dolorose scelte arbitrali che hanno mandato in lunetta ben 39 volte, con 31 realizzazioni, la formazione ospite.

Partenza faticosa dei biancorossi che non riescono a trovare le giuste geometrie ma trovano i canestri di Mariani e Santomieri che spingono la formazione gigliata, i tanti fischi arbitrali però spezzettano la gara e l’ingresso di Marotta aumenta il ritmo difensivo della squadra di Salvetti che si trova avanti 1 dopo i primi 10′ (20/19). La seconda frazione è nel segno dei biancorossi, Marotta, Santomieri e Mariani guidano l’Enic fino al + 13 con 3’30” da giocare (40/27) sfruttando anche il doppio fallo tecnico fischiato agli ospiti: simulazione di Pagotto e successiva sceneggiata della panchina ospite. Ma i biancorossi si disuniscono subendo ancora il play di San Vendemiano che con Pin Dal Pos castigano Firenze realizzando, sulla sirena, la tripla del -5 (44/39) che manda tutti alla pausa lunga.

Al rientro dagli spogliatoi la formazione di Salvetti fatica a trovare il canestro e bisogna aspettare quasi 3′ per vedere segnati due punti a Firenze che riesce però a rispondere colpo su colpo ai veneti. La gara procede punto a punto e nonostante Firenze sia obbligata a tenere in panchina capitan Santomieri sanzionato con il quarto, veramente discutibile, fallo, Marotta e Mariani riescono ad aprire un parziale di 10-1 che manda l’Enic a +5 (58-53) con gli ultimi 10′ da giocare. Pin Dal Pos e Pagotto si caricano la squadra sulle spalle e San Vendemiano colpisce ripetutamente dall’arco dei 6,75 e dalla lunetta guadagnando un punto al minuto. Non basta la tripla di Bucarelli (66-67) a rilanciare le speranze gigliate, perchè a Puccioni la coppia arbitrale, per la prima volta toscana dall’inizio del campionato, fischia proprio tutto, anche un discutibile fallo e canestro su Pin Dal Pos che consente di mantenere il doppio possesso di vantaggio agli ospiti che dalla lunetta non sbagliano quasi mai. Le speranze Enic passano dai giochi offensivi ma Marchini perde palla a centrocampo e sul contropiede si fa fischiare un fallo antisportivo che di fatto potrebbe chiudere la gara (66-73 con 1’45” da giocare). Ma Santomieri e Puccioni firmano un break che riporta a – 3 Firenze (70/73) con 1’07” da giocare. Inspiegabilmente arriva il fallo di Marchini, dopo pochi secondi e con Firenze in bonus da inizio quarto, che rimanda in lunetta gli ospiti. Dopo il 2/2 di Pagotto c’è ancora spazio per qualche emozione. Perchè sul 70/76 Santomieri trova la tripla della speranza che però dura solo un attimo perchè San Vendemiano torna in lunetta e porta i due punti a casa.

Pino Dragons Firenze-Rucker San Vendemiano 73-80
ENIC PINO DRAGONS FIRENZE: Marchini 5, Marotta 10, Boschi ne, Colombini, Bucarelli 6, Mariani 16, Santomieri 20, Dionisi, Zanussi 10, Puccioni 6. Allenatore: Salvetti.
RUCKER SAN VENDEMIANO: Gherardini 1, Lena 7, Bonivento 7, De Marchi ne, Voltolina 3, Pagotto 21, Pin Dal Pos 18, Campo dall’Orto ne, Carlesso 16, Brugnera 7. Allenatore: Volpato.
ARBITRI: Orlandini e Martelli.
PARZIALI: 20-19, 44-39, 58-53.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter