Mestre capolista passa al PalaCoverciano

DNC – Nulla da fare per l’Enic Firenze che si arrende (59-69) alla capolista Mestre cadendo al PalaCoverciano nella prima giornata del girone di ritorno. La squadra di Salvetti gioca per 25′ tenendo testa ai veneti ma si arrende davanti a Causin e compagni complici anche alcune scelte arbitrali decisamente contestabili. Una coppia arbitrale, quella vista ieri a Coverciano, largamente al di sotto della categoria in cui si gioca, con un protagonismo ingiustificato, in particolare di De Pasquale, e una solerte voglia di ‘colpire’ i biancorossi, hanno contribuito alla sconfitta Enic.
dnc_pino_dragons_enic_firenze_basket1_mariani2Cronaca – Ma l’avvio gigliato non è dei migliori, pronti via e Salvetti deve recuperare 10 punti di svantaggio (6-16). Il coach fiorentino chiama time out e scuote i suoi, Mariani e Puccioni aprono la strada a Firenze con un parziale di 14-1 a cavallo tra i primi due quarti (20-17) ma i biancorossi non hanno ancora fatto i conti con De Pasquale che si inventa un fallo antisportivo a Dionisi, salvo poi non fischiarne altri due ben più evidenti ai danni di Chinellato, e apre il break mestrino che riporta i veneti con la testa avanti (20-25). Santomieri si carica sulle spalle i suoi e insieme al solito Mariani costruisce i possessi che colpiscono Mestre e riportano i biancorossi in parità alla pausa lunga (31-31).
Al rientro dagli spogliatoi però la formazione di Toffanin sembra avere una marcia in più mentre l’Enic non riesce a fare canestro, i problemi realizzativi diventano presto un serio problema per i fiorentini perchè Pascon e Causin continuano a colpire la difesa gigliata portando Mestre avanti (38-49). Poi prosegue lo show di De Pasquale. Prima fischia uno sfondamento ai limiti dell’esistenza a Puccioni, poi tecnico a Salvetti e Mestre scappa via. La giacchetta arancione irrita il pubblico del PalaCoverciano con sorrisi verso le tribune e dialoghi amichevoli con Causin.
Salvetti capisce che la serata sta andando per il verso storto ma chiede comunque ai suoi il massimo impegno anche se ormai la gara appare compromessa (42-56) con dieci minuti da giocare. L’ultimo quarto non racconta dell’impresa Enic, purtroppo per i fiorentini c’è solo spazio per subire i fischi della coppia arbitrale. Tecnico a Mariani su un tiro da tre punti per aver “messo la mano davanti al volto dell’avversario, agitandola” (questa la spiegazione dell’arbitro De Pasquale alle proteste biancorosse) e ancora tecnico a Salvetti fischiato sempre dal signor De Pasquale che dal canestro opposto alla panchina gigliata inizia a correre verso il coach fiorentino per espellerlo nell’imbarazzo generale. Un ultimo quarto con poco basket, salvo il cuore e la grinta di Mariani che riducono lo svantaggio con i veneti. Onore a Mestre, seguita anche da un caloroso e festoso pubblico, che passa a Firenze forte del suo gioco e della sua determinazione che la rendono capolista del girone C della Dnc e la lanciano verso il rush finale del campionato. Per l’Enic adesso trasferta a Bertinoro contro Gaetano Scirea per riprendere la marcia vincente e portare a casa i primi due punti del 2014

Pino Dragons Firenze-Basket Mestre 59-69
ENIC PINO DRAGONS FIRENZE: Marchini 12, Marotta 4, Boschi, Colombini 2, Bucarelli, Mariani 27, Santomieri 7, Dionisi, Zanussi 2, Puccioni 5. Allenatore: Salvetti.
GEMINI BASKET MESTRE: Contessa, Chinellato 12, Prete 10, Delle Monache 8, Maran, Livio, Munaretto 1, Pascon 11, Fabris 6, Causin 21. Allenatore: Toffanin.
ARBITRI: De Pasquale e Montecchi.
PARZIALI: 14-17, 31-31, 42-56.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter