L’Enegan vince facile con il Cus Bari

stefano_rabaglietti_pallacanestro_enegan_firenze_2013L’Enegan Firenze fa il suo dovere, batte la Liomatic Group Bari e torna al successo. Una vittoria quella dell’Enegan mai in discussione, contro un Cus che ha tenuto botta soltanto nei primi minuti di partita, quando sfruttando la buona vena nel tiro da tre punti, ha messo in difficoltà Firenze. Poi, sistemati i dettagli difensivi, l’Enegan ha piazzato il break che ha indirizzato la partita verso un rotondo +31 finale. Dalla sponda affricana, conferme sul buon atteggiamento difensivo. Caja, al primo successo dal suo arrivo a Firenze, può essere soddisfatto anche dell’aggressività e del feeling con la partita che l’Enegan ha sempre tenuto altissimo. Da limare alcune ingenuità offensive (palle perse e canestri facili sbagliati), ma l’Enegan è pronta a migliorare ancora settimana dopo settimana.

LA CRONACA – Bari parte fortissimo, facendo sempre canestro dalla lunga distanza con Iannone, Monaldi e Latinovic. La precisione dei ragazzi di Raho non può durare all’infinito. Soprattutto se l’Enegan alza l’intensità difensiva. Pazzi, Swanston e Simoncelli danno il via al break che inverte l’inerzia (25-18 al 10’). Nel menù del’allungo biancoceleste manca il piatto forte servito da Rabaglietti. L’esterno numero diciassette entra dalla panchina e fa la differenza. Dopo qualche sbavatura, anche Wood entra in ritmo e l’Enegan sgassa a +16 (38-22).
Chiuso il primo tempo sul +14, nella ripresa coach Caja decide di risparmiare Swanston, non al meglio per un problema muscolare alla schiena. Gioca Rabaglietti e va bene così, perché l’esterno gigliato è in missione. Bari ormai si è intestardita nel tiro da tre punti, che dopo un ottimo avvio, non entra più. Castelli e Pazzi sono attenti a rimbalzi; nonostante qualche sbavatura e qualche palla persa, l’Enegan allunga e chiude i conti quasi un quarto da giocare. Nel finale spazio per tutti e punteggio che si dilata fino al 91-60 della sirena.

Enegan Firenze-Liomatic Group Bari 91-60

ENEGAN FIRENZE: Simoncelli 8 (1/5, 2/6), Wood 10 (3/8, 1/2), Swanston 8 (4/7, 0/1), Castelli 10 (5/9), Pazzi 12 (6/10); Rabaglietti 21 (5/8, 3/4), Conti 8 (4/6), Cucco 8 (1/5, 1/3), Severini 2, Schiano 4 (1/1 da 2). All.: Caja.

LIOMATIC GROUP BARI: Monaldi 17 (1/3, 3/8), Iannone 14 (4/8, 2/5), Latinovic 11 (2/4, 2/7), Jovanovic 7 (0/4, 1/4), Infante 7 (2/4, 1/2); Spissu 2 (1/1, 0/3), Zaharie 2 (1/2, 0/5), Didonna, Cuomo, Intino. All.: Raho.

ARBITRI: Pisoni, Brindisi e Pazzaglia.
PARZIALI: 25-18, 44-30, 65-49.
NOTE – Percentuali dal campo: Firenze 30/59 da 2, 7/16 da 3; Bari 11/26 da 2, 9/34 da 3. Tiri liberi: Firenze 10/15, Bari 11/11. Rimbalzi: Firenze 46 (Castelli 10), Bari 26 (Monaldi 6). Assist: Firenze 15 (Wood 4), Bari 7 (Monaldi 4). Palle perse-recuperi: Firenze 14-8, Bari 16-9. Usciti per 5 falli: nessuno. Spettatori: 500.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter