A Recanati non basta super Wood

Finisce senza soddisfazione la rincorsa dell’Enegan Firenze. Il finale in volata al PalaCingolani premia il Basket Recanati che batte (80-79) l’Affrico. Altalena di emozione in terra leopardiana. La spunta Recanati su una Enegan comunque volenterosa, trascinata da un grande Brandon Wood. Firenze, proprio sulla sirena, ha avuto anche il tiro della vittoria, dalla lunga distanza e sbagliato da Simoncelli. Per l’Enegan terza sconfitta consecutiva. Come contro Mantova, anche questa volta gigliati puniti negli episodi. Stride anche un differenziale ai liberi (28-10 per Recanati) fin troppo evidente. La settimana di grandi impegni proseguirà giovedì con il turno infrasettimanale. Firenze sarà impegnata al PalaTagliate di Lucca.

brandon_wood_firenze_enegan_recanati_pallacanestro2013

LA CRONACA – Qualche fiammata di Wood nel primo quarto di un’Enegan piuttosto contratta. L’americano numero 32 fa canestro (9 punti) e fa subito capire di essere in grande forma. Recanati gioca con maggiore fluidità, sfruttando le penetrazioni di un pimpante Starring e i canestri del solito Pierini. Prima svolta della partita sul finire del primo quarto, quando proprio Starring e Pierini sono protagonisti del parziale (8-0) che consente per la prima volta a Recanati di “strappare la partita (23-17 al 10’).
Il ritmo è tutto dalla parte della squadra di Massimo Bernardi, che decide sempre cosa fare in attacco. Ancora di più quando in campo scende Gnaccarini, con il suo dinamismo e la sua energia. Giordani, con Pazzi e Castelli bloccati da due falli, pesca dalla panchina anche Schiano che risponde discretamente in attacco (tripla), ma soffre in difesa un super Pierini (34-25 al 14’). Nel momento di maggiore difficoltà l’Enegan viene presa per mano da Wood. Da assoluto protagonista, l’uomo di Kokomo spara sedici punti in un secondo quarto fantastico. L’Enegan torna a respirare e proprio sulla tripla di Wood compie il sorpasso (36-37 al 17’). I problemi però restano in difesa, dove quando salta il primo uomo, arrivano tiri facili per Stefanini, Pierini e Pettinella. All’intervallo lungo comunque la partita è apertissima (44-43).
Inizio di terzo quarto di ottimo impatto da parte di Swanston. Dopo Wood, si sveglia anche l’altro americano dell’Enegan che piazza sette punti in un amen. Con le accelerazioni di Swanston l’Enegan si mette anche sul +5 (45-50). La squadra di Giordani però continua a soffrire in difesa. Starring imperversa in entrata, Pierini punisce dall’arco. Recanati fa 10-0 e sorpassa di nuovo (60-54 al 24’). Enegan di nuovo in difficoltà, ma sempre presente sul campo (68-62 al 30’).
Due bombe in fila di Swanston e Simoncelli fanno di nuovo parità (68-68). La partita vive a mille all’ora. Si accende Mosley in casa Recanati, gli risponde Wood che in penetrazione tocca quota 35 punti. Le giocate di Wood però non sono sufficienti se persistono distrazioni sulle rimesse (canestro di Pettinella) ed a rimbalzo (appoggiata di Mosley (78-75 al 36’). Come contro Mantova, il finale diventa di nuovo una lunga volata. Ad 1’07’’ dalla fine Wood in lunetta fa -1 (80-79). Gli errori ai liberi di Starring (0/2 -25’’) danno la possibilità all’Enegan di avere il pallone per vincere. Lo gestisce Wood, poi all’ultimo secondo il tiro se è costretto a prenderselo Simoncelli. Non va. Per l’Enegan di nuovo un finale con l’amaro in bocca.

Risultati e classifica 4a giornata

Basket Recanati-Enegan Firenze 80-79

BASKET RECANATI: Fantinelli 10 (2/4, 1/1), Starring 16 (5/11, 0/1), Mosley 16 (7/11, 0/4), Pierini 17 (4/8, 2/5), Pettinella 13 (6/10); Gnaccarini 2 (1/2, 0/1), Pullazi 4 (2/2), Stefanini 2 (1/1, 0/1), Tortù ne, Gurini ne. All.: Bernardi.

ENEGAN FIRENZE: Simoncelli 5 (1/2, 1/2), Wood 35 (10/12, 3/4), Swanston 12 (3/4, 2/7), Castelli 5 (1/6, 1/5), Pazzi 11 (5/10); Conti 8 (3/4 da 2), Cucco (0/1, 0/1), Fontani (0/1 da 3), Severini (0/1 da 3), Schiano 3 (1/1 da 3). All.: Giordani.

ARBITRI: Riosa, Marota e Pilati.
PARZIALI: 23-17, 44-43, 68-62.
NOTE: Percentuali dal campo: Recanati 28/49 da 2, 3/13 da 3; Firenze 23/39 da 2, 8/21 da 3. Tiri liberi: Recanati 15/28, Firenze 9/10. Rimbalzi: Recanati 25 (Pettinella 10), Firenze 24 (Wood 7). Assist: Recanati 20 (Gnaccarini 7), Firenze 25 (Simoncelli 7). Usciti per 5 falli: Pazzi. Spettatori: 600.

All Comments

  • Non si può vincere sempre. Ora l’importante è concentrarsi sulla partita di Lucca..

    cigarafterten cigarafterten 28 Ott 2013 13:27 Rispondi
  • Non ne gira manco una bene (arbitraggio casalingo)… bastava poco ieri, anche se restano evidenti problemi di amalgama che si ripercuotono sulla difesa.

    Fabio Bernardini Fabio Bernardini 28 Ott 2013 13:46 Rispondi
  • Più che non vincere sempre…….bisognerebbe incominciare a vincere almeno una volta.Purtroppo la squadra è questa,sulla carta ottima ma evidentemente costruita male.Troppi giocatori che si pestano i piedi,grande Wood che però toglie spazio a Simoncelli,incognita Swansy che,felice di essere smentito non sembra all’altezza di questo campionato.leggo di evidenti e continui problemi in difesa,speriamo che coach Giordani sia capace di risolverli,ma questo è un problema che avevamo evidenziato anche in precampionato e allora c’è qualcosa che non funziona.Si parla di amalgama,speriamo sia solo questo……le condizioni fisiche di Pazzi mi dicono siano molto precarie e lo sono da agosto.Ora tutti a Lucca a sostenere la squadra poi sarà la volta di Ferrara dell’ex Daniele Casadei….rifiutato dal nostro coach……speriamo che ci abbia visto giusto

    Stefano Malfetti 28 Ott 2013 18:39 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter