Libere impressioni su quest’Enegan…

Dopo le prime uscite vi racconto le mie prime impressioni giocatore per giocatore, senza paura di smentita perché a questo punto della stagione di errori di valutazione se ne possono fare eccome. Titolari e riserve dopo 4 amichevoli…

wood_simoncelli_filarete2013Alexander Simoncelli – vero play di categoria, a differenza di altri sembra essere meno offensivo, ma con una propensione maggiore a far girare la squadra come si deve.Tranquillamente può ricoprire il ruolo di playmaker in Silver. Mano calda a momenti.

– l’americano dell’Indiana è un giocatore fatto e costruito, meccanica e movimenti sono tecnici, non un super palleggiatore ma un’ottima mano, non si demoralizza e cerca sempre di rifarsi anche buttandosi in area, dove non ha paura del contatto. In condizione ha un potenziale che contro Pistoia in 5 minuti si è fatto notare.

– da Spring Hill arriva questo americano che fisicamente sembra non promettere molto, ma in realtà è di un atletismo mai visto in Dna. Funambolo, buone percentuali dall’arco e simpatia, queste le sue armi! Sperando che segua le dritte di coach Giordani, con lui lo spettacolo non dovrebbe mancare.

Riccardo Castelli – l’ex ha sorpreso in questa fase di precampionato, risultato spesso tra i migliori in campo. Punti e agonismo dall’ala forte di Cuneo al quale per ora è difficile trovare un difetto…  l’unico che ci viene in mente si può chiamare tale solo a Firenze, e riguarda il calcio.

– tanta esperienza sotto canestro dal centro marchigiano, in questo campionato sarà una delle  sicurezze del quintetto. U n problema ad un piede ne ha limitato molto l’utilizzo nel precampioanto, ma quel poco ha messo in luce anche la sua mano educata dalla media distanza.

Francesco “Franz” Conti – ottima rotazione che può far bene sia da 4 che da 5 come abbiamo visto nelle gare con Fortitudo e Stella Azzurra quando Pazzi era assente. Nel pitturato le sue lunghe braccia sono difficili da evitare. Anche a lui l’esperienza non manca e pare essersi integrato al meglio nel gruppo, simpatico e disponibile.

– il fiorentino lo conosciamo bene ormai, generosità e mano educata, questa categoria l’ha già frequentata e come uomo spogliatoio non si è tirato indietro. Nelle rotazioni di Giordani durante la preseason è stato provato anche come lungo, ma nel gioco in velocità impostato dal coach probabilmente sarà la riserva preferibile di Swanston.

giovanni_severini_enegan_fortitudo

– il giovane play campano ha voglia di mettersi alla prova, s’impegna e vuole farsi notare dal coach. La sua missione è quella d’imparare il più possibile da Simoncelli e farsi trovare pronto quando serve, e le sensazioni sono positive.

– l’ex Chieti ha sorpreso nell’ultima amichevole con la Stella Azzurra dopo delle prove non semplici nelle precedenti gare dovute ad un problema che si portava dietro dalla preparazione. Tre triple consecutive sono state il suo biglietto di presentazione, per un ragazzo non espansivo ma con la testa sulle spalle.

Luca Schiano – a Bottegone giocava da 3 e il suo atletismo non è affatto male, anche se in quest’Enegan un po’ per necessità, viene provato come lungo con esiti migliorabili. La sua giovane età lo rende un po’ timoroso, ma magari quando le partite conteranno di più, questa caratteristica ci penserà Giordani a tirarla fuori.

@fabio_berns

All Comments

  • Buona analisi, questa Firenze promette bene…un solo appunto: Simoncelli “può tranquillamente fare il play in Silver” mi pare considerazione banale e scontata considerato che al suo primo anno in L2 con Casalp nel 08-09 fu una delle rivelazioni con quasi 10pt di media a partita, e c’erano americani che la silver di quest’anno si sogna…ed è giocatore più offensivo di quanto abbia fatto vedere in preseason, probabilmente la squadra non ne ha avuto bisogno 😉
    Idem per Castelli, lui si giocatore di categoria che fece fatica in L2 a suo tempo..

    Mike 17 settembre 2013 12:04 Rispondi
  • Premetto che ho visto dal vivo solo una volta la squadra contro la Fortitudo,tra l’altro senza Pazzi e con Swantson a mezzo servizio.Posso però condividere quanto dice Fabio,la squadra mi piace,gli italiani sono di prima fascia,Simoncelli Pazzi Castelli Conti,non li scopriamo adesso,gli americani mi sembrano buoni,non conosco il valore degli altri stranieri arrivati nei roster delle avversarie e sono convinto che il valore degli americani farà la differenza.I presupposti per fare bene ci sono,adesso alla società spetta un compito a mio avviso difficile come allestire la squadra ,quello di fare in modo che questa squadra appartenga a tutta Firenze a quella Firenze che ama il basket e che da troppo tempo aspetta di poter eusltare anche per la palla a spicchi

    Stefano Malfetti 17 settembre 2013 13:08 Rispondi
  • grande Fabio, quasi meglio da commentatore che da fotografo!

    Massimiliano Menus Lelli 17 settembre 2013 20:50 Rispondi
    • Quindi le foto fanno pena! 😀

      Fabio Bernardini Fabio Bernardini 17 settembre 2013 21:15 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter