Firenze-Bastagli, un rientro che saprebbe d’ambizione

michele_pieguidi_alessandro_bastagli_everlast_pallacanestro_firenzeLo abbiamo visto tornare al Mandela Forum, quel palazzo dello sport che ha accompagnato una parentesi importante della sua vita sportiva. , per tutti “Mr ” domenica si è riaffacciato nel parterre di Campo di Marte. Una presenza ingombrante a fianco di Franco Curioni, mister Assigeco ed amico di vecchia data. Per Bastagli quello di domenica è stato un ritorno al passato: quattro anni di passione e soldi profusi nel basket non si dimenticano. Nel bagaglio di “Mr ” gioie e dolori. Tutto vissuto con la consueta passione. E proprio la parola passione è determinante nel tratteggiare il possibile rientro di Bastagli nell’orizzonte del basket fiorentino. Il suo nome periodicamente spunta fuori. Mai come questa volta però l’idea del suo rientro stuzzica e trova conferme.

Come abbiamo sentito dall’intervista realizzata poco prima della partita con Casalpusterlengo, Bastagli è sempre attratto dalla pallacanestro, una passione che gli è rimasta addosso. Nelle sue parole,  tanti spunti interessanti. D’altronde Bastagli non è uomo che parla a caso. Non lo ha mai fatto. Ha parlato da manager di azienda “fare pallacanestro adesso non costa come in passato”, da fiorentino “questo palazzo si riempie solo se vinci” e da persona anche di sentimenti “il basket mi è servito per ricompattare la mia famiglia e sentire vicino i miei figli in un momento delicato”.

Insomma, il ritorno al Mandela Forum di Bastagli non è stato affatto invisibile. Vogliamo vederci un riavvicinamento che lascia intravedere un ritorno di fiamma? Di certo l’imprenditore è stato subito avvicinato dalla dirigenza della e salutato ufficialmente al microfono del Mandela Forum con conseguente applauso del pubblico. Non è mancato neanche il colloquio con (nella foto), che oltre ad essere un addetto ai lavori del basket cittadino, è consigliere comunale, volto vicino alla figura del sindaco . Bastagli si è intrattenuto anche con . L’amministratore unico della a fine gara è stato chiaro: servono risorse aggiuntive per far sognare i tifosi fiorentini in Silver. Insomma serve trovare qualche appoggio esterno. Se il progetto è serio, se la struttura societaria si farà più grande e solida, la potrà, da un lato, dare continuità ad un progetto che quest’anno, dopo tre anni di sofferenze e pochi risultati, ha centrato un bersaglio importante come l’accesso alla Silver, e dall’altro attrarre anche l’imprenditoria fiorentina. Ripartendo dal coinvolgimenti del “passionario” Bastagli. “Mister ”, l’uomo del mai dire mai.

All Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter