La Giba non vuole l’obbligo dell’utilizzo di under

Si è tenuto a Bologna il Consiglio Direttivo della GIBA. Una riunione molto importante e partecipata, che ha avuto come principale argomento all’ordine del giorno la riforma degli attuali campionati di Legadue e Dna. La GIBA ha inteso riunire il proprio Consiglio immediatamente dopo il Consiglio Federale della FIP, svoltosi sabato 9 marzo 2013GibaLogo_ex e dopo aver recepito da tantissimi atleti le risposte ad un questionario inviato lo scorso mese agli associati, con il quale si è chiesto ai giocatori pareri e suggerimenti su argomenti delicati come i parametri e l’utilizzo degli atleti under. L’associazione giocatori raccoglierà in un documento, da inviare a Leghe e Federazione, quelli che sono i punti principali da considerare nella riforma dei campionati che entrerà in vigore dalla prossima stagione agonistica.In merito, il Presidente della GIBA, Alessandro Marzoli, ha dichiarato: «Ascoltare il parere degli atleti è un nostro dovere. Siamo molto soddisfatti per l’attenzione e l’interesse suscitato nei giocatori dalla nostra intervista su temi su cui si concentrano preoccupazioni e aspettative di tanti. In un momento economico difficile per tutti, chiediamo al Presidente Petrucci una moratoria stagionale, mediante la quale venga dimezzato il costo dei parametri NAS per la stagione 2013-2014. Inoltre, chiediamo un diverso sistema di valorizzazione dei settori giovanili, che non preveda obblighi di impiego degli atleti under».

fonte: GIBA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter