Santo Stefano corsara a Valdambra nel turno infrasettimanale

Dopo la prima vittoria in campionato lo Sporting Valdambra deve nuovamente soccombere 53-80 ad una delle sorprese del campionato, il Santo Stefano di Campi Bisenzio, neo promossa in D lo scorso campionato ma dimostratasi subito, in questo inizio di torneo, molto in palla e sicuramente in grado di ambire ai playoff.

Coach Pavese conferma il team della gara contro Montemurlo e spera di ripetere l’impresa e le prime schermaglie vedono i biancorossi mostrarsi solidi aggressivi (10-13, al 5’). Valdambra combatte, prova a non farsi staccare ulteriormente, ma ha da regolare la faccenda rimbalzi. I primi cambi degli ospiti sembrano di minor spessore del quintetto base. Questo consente ad uno spuntato Sporting e grazie a Luca Cacioli di chiudere con un distacco non eccessivo il primo tempino (14-21).
Seconda frazione. Si fa vedere anche Sacchetti ma il distacco non diminuisce (24-32, al 15’), grazie anche anche a una fortunosa tripla di tabella di Santo Stefano.
Valdambra sbanda paurosamente e subisce un break di 0-4 che allontana ancora di più gli ospiti. Pavese chiama sospensione e striglia i suoi, ma la partita si fa in netta salita (25-41, al 16’). Ponticino reagisce e con Rossini e Luca Cacioli riesce a ridurre il distacco (31-42, al 19’). Time out di Campi piuttosto focoso ma la Coop Bucine ha un Rossini prontissimo a mantenere i suoi in linea di galleggiamento (35-47, a metà gara). Se vorrà recuperare ancora, lo Sporting dovrà però regolare molto meglio la propria difesa e la consistenza in area, nonché sperare in una minor precisione degli amaranto di Campi, finora apparsi al di sopra della media.
Alla ripartenza, Valdambra si mostra sconclusionato e Santo Stefano ne approfitta per un piccolo break. Pavese cerca di spegnere il fuoco ma Campi con canestri su canestri arriva al +20 (37-57, al 23’). Campi insiste ancora con le triple e il fortino biancoverde si sgretola ancora rendendo la partita ormai ampiamente indirizzata (41-65, al 27’). Valdambra, quindi, chiude mestamente il terzo tempino su un 43-70, frutto di tante sue colpe per trenta minuti davvero mediocri.
Nella quarta e inutile frazione, Campi dà spazio a tutta la sua panchina e il gioco scade di molto. Anche lo Sporting fa a meno di diversi suoi titolari e crea minutaggio d’esperienza per i propri giovani. La partita si chiude sul 53-80 con Campi meritatamente vittoriosa, non solo per demeriti altrui ma anche per meriti propri avendo dimostrato di essere una compagine di tutto rispetto, così come finora i risultati avevano indicato.

Sporting Valdambra 53
Santo Stefano Campi 80

VALDAMBRA: Basilicó 5, Sbolci, Stagi 3, Cacioli L. 13, Bucciolini 2, Cacioli G. 8, Tello 4, Rossini 12, Ciabatti n.e., Benassai 1, Sacchetti 5. All. Pavese.

SANTO STEFANO CAMPI BISENZIO: Buricchi 15, Catalano 14, Masi 10, ganguzza D. 9, ganguzza P. 8, malcuori 7, galluzzo 4, beltrami 4, sanfilippo 4, Lombardini 3, Sirca 2, Boretti  All. Trucioni

🚀 Unisciti al canale Telegram
📱 Oppure seguici su Facebook | Instagram | Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter
Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter