La difesa del Pino stritola Oleggio. Il 6/6 è servito

La difesa trascinata dalla coppia Filippi-Passoni, la leadership di Berti e il contributo degli under Bargnesi e Tintori mettono le ali alla All Food Enic che nella ripresa si scrolla di dosso Oleggio e si conferma capolista del girone A. Nonostante il primo tempo opaco e l’infortunio di Poltroneri (problema alla gamba destra), arriva il punto del 6/6 della squadra di Niccolai che arriva al turno di riposo a punteggio pieno. Nel contesto di una gara spigolosa, sporca e forse fin troppo fisica, il Pino sa cambiare pelle e mostrare i muscoli, superando la difficoltà dell’infortunio a Poltroneri, uscito appena suonato il gong della ripresa e non più rientrato in campo. Niente di grave per il sardo, ma Niccolai non ha avuto bisogno di rischiarlo perché, proprio quando è uscito il bomber, la All Food Enic ha spaccato la partita. Decisivo il tiro da tre punti nel terzo tempino, con Bargnesi, Tintori e Berti determinanti.

LA CRONACA – Sul piano del ritmo, le due squadre vanno a due velocità diverse. Molto compassata Oleggio, che viene subito presa a sportellate da un Berti carichissimo. Il regista fiorentino è il protagonista dell’allungo (14-14 al 6’) che indirizza subito la partita. Oleggio cerca risposte dalla zona 3-2, subito bucata dagli angoli da Poltroneri e Tintori. La reazione della squadra di Remonti è guidata da Testa, ma è una reazione più dettata dai rimbalzi offensivi che dall’attacco (4/16 nel primo quarto).

Non è decisamente una partita bella. Anzi. Percentuali basissime anche nel secondo quarto, dove il Pino tocca il massimo vantaggio sul +11 (21-10) siglato dalla tripla di un Passoni tarantolato in difesa. La zona di Oleggio però risulta molto indigesta ai biancorossi che non riescono a disinnescarla (4/17 da 3 all’intervallo). A Oleggio basta questa per stare in partita: 28-22 all’intervallo, quasi un miracolo tirando 7/27 dal campo.

L’infrotunio di Poltroneri

Il secondo tempo si apre con lo spavento dell’infortunio a Poltroneri. Botta alla gamba destra: il sardo esce sorretto dallo staff medico del Pino. Lo spavento blocca un po’ il Pino che vede tornare Oleggio fino a -2 (28-26). La reazione però qui è immediata ed è frutto della difesa e soprattutto del tiro dalla lunga che finalmente inizia a fare danni. Bargnesi fa bingo due volte, Passoni e Berti lo seguono e l’All Food Enic riprende saldamente (40-26 al 25’) le redini del gioco in mano. Sulla schiacciata in contropiede di Filippi il parziale diventa devastante (15-0) e segna definitivamente la contesa (43-26 al 27’). Oleggio continua a battere in testa in attacco e chiude male il quarto: Berti in transizione dal mezzo angolo viene pescato da Passoni e sulla sirena fa +17 (52-35). Ultimo quarto senza scossoni, men che mai ribaltoni. Ci si picchia fino alla fine, ma il risultato non cambia e premia un Pino Dragons pronto ora a ricaricare le pile per due settimane per farsi trovare pronto alla ripresa delle operazioni, il 10 novembre a Piombino.
Le statistiche complete della gara.

La schiacciata di Filippi in cotropiede

All Food Enic Firenze 68
Mamy Oleggio 55

ALL FOOD ENIC FIRENZE: Berti 15 (3/4, 2/7), Passoni 8 (0/1, 2/12 da 3), Poltroneri 5 (1/3, 1/3), Filippi 14 (5/9), Milojevic; Cuccarolo 4 (1/3 da 2), Marotta (0/4 da 3), Bargnesi 10 (3/7 da 3), Tintori 10 (0/1, 2/3), Forzieri, Avellini 2 (1/1), Borsetti (0/1 da 2). All. Niccolai.

MAMY OLEGGIO: Grugnetti 7 (1/4, 1/3), Testa 6 (3/8, 0/5), Pelliciari 8 (3/3, 0/1), Pilotti 13 (2/3, 1/3), Benzoni 11 (2/6, 0/3); Giacomelli 5 (2/5, 0/4), Bertocchi 2 (0/1 da 2), Somaschini 2, Garbarini 2 (1/1), Mosele ne. All. Remonti.

Arbitri: Scarfò e Riggio.
Parziali: 16-10, 28-22, 52-35.

Per ricevere le ultime news sul basket a Firenze, le anticipazioni e i nostri aggiornamenti prima di tutti, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter
E non dimenticate l’app per Android: scaricala

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter