Basket C Gold Toscana: Legnaia torna a sorridere vincendo a valanga con il Costone Siena

Vittoria pesante nelle proporzioni per la Cantini Lorano Olimpia Legnaia capace d’imporsi e a tratti dominare il match casalingo contro la formazione neopromossa del Costone Siena.

Primo quarto sprint per i padroni di casa che si presentano al tiro con due intelligenti schemi da rimessa che mandano a canestro prima Del Secco e poi Merlo. Si denota la voglia di ben figurare per i giallo-blu che costruiscono bene la manovra offensiva intenta ora a pescare Nikoci, che oltre a mettersi in proprio, spartisce ottimante due ottimi assist per Scampone e per Sakellariou. I legnaioli arrivano in modo fulmineo ad un parziale di 12-2 avendo mandato a punti l’intero quintetto titolare. La prima tripla della serata, che serve a mettere i giochi ancor più in discesa, la firma uno scatenato Merlo, sfruttando ancora il prezioso lavoro di Nikoci. Si intravede per la prima volta la squadra ospite con il suo capitano Bruttini intento a dare la carica ai suoi con una tripla, ma un preciso Sakellariou, per ben due volte, bussa dalla distanza calando un +6 in poco tempo e scavando un solco importante. Si conclude dunque una prima frazione a senso unico con il parziale di 26-10.

Secondi dieci minuti che si aprono con un’ottima azione senese di Ondo Mengue che si beve la difesa e si conquista un fallo sul tiro. Costone sembra aver in qualche modo invertito il senso di marcia: una serie di scambi stretti liberano ancora Bruttini al tiro, in aggiunta, le triple non centrate dai padroni regalano un mini break giallo verde. Ci pensa il subentrato Pracchia, con uno splendido tiro dall’arco, a sbloccare un inizio di secondo quarto che vedeva gli ospiti rosicchiare progressivamente punti al notevole vantaggio costruito dai giallo-blu. Ancora da rimessa, Legnaia il solito Sakellariou che, stavolta anche se non in modo pulito, fa +3. Un’ottimo tiro di Baldasseroni da continuità ai passaggi vincenti dell’attacco di casa guidato dalla mente di Scampone, capace di condurre le danze e servire i compagni. Uno dei destinatari più ambiti del gioco, a tratti spumeggiante dell’Olimpia, ha un nome ed un cognome: Alessandro Sakellariou, autore di altri due centri dalla distanza, nonché il miglior realizzatore della serata (con un totale di 21 punti realizzati da tre su 32 totali). Sul finire di tempo, Del Secco conclude un’azione in contropiede mandando i suoi sul +22 e dando di fatto una spallata al match. A due minuti dalla fine, arrivano anche i primi punti di Riboli (anche per lui una tripla). La compagine senes sembra aver accusato il colpo definitivo ma non c’è tempo di abbassare la guardia. Baldasseroni perde una rovinosa palla in costruzione che favorisce il senese Bianchi. Gesto non gradito a coach Zanardo che chiama i suoi a rapporto onde evitare cali d’attenzione. Si va quindi al riposo sul 51-23.

🚀 Unisciti al canale Telegram
📱 Oppure seguici su Facebook | Instagram | Twitter

Avvio di ripresa che vede scendere nuovamente in campo il quintetto titolare per Legnaia, anche se avrà vita breve. Poco dopo, infatti, s’infortuna capitan Del Secco, il quale non sarà in grado di tornare in campo. A rallegrare la situazione ci pensa ancora Sakellariou con un bel piazzato accompagnato da Pracchia, che arriva al tiro concludendo un triangolo avviato dal solito Scampone. I primi punti ospiti della ripresa li firma ancora Bruttini. Per ben tre volte il capitano del Costone è capace di arrivare a fare canestro riuscendo in qualche modo a pareggiare i conti (se prendiamo in considerazione esclusivamente questa frazione). Ma ormai per i senesi è tardi, pesano come macigni i primi due quarti dove Legnaia ha dominato. Ad aggravare la situazione giallo-verde ci pensa poi Angeli, costretto ad uscire dopo il quinto fallo. Il distacco rimane quindi invariato fra le due compagini.

Quarto quarto che non aggiunge molto al match ma soprattutto conferma quanto di positivo è stato fatto durante le prime tre frazioni. Merlo cala due triple e non è da meno Sakellariou, protagonista di due splendidi recuperi: il primo dà vita ad un contropiede, ed il secondo, sugli sviluppi della rimessa, lo vede recuperare palla, spostarsi sulla linea dei tre punti e realizzare. Per gli ospiti, Bianchi commette un tecnico evitabile, segno ormai di resa. Quando il punteggio vede i padroni “doppiare” la squadra di Siena, sull’82-41, c’è spazio anche per il giovane classe ’05 Carli che arriva a centimetri dal suo primo canestro in serie C Gold. La partita si conclude sul risultato di 88-41. Il PalaFilarete si conferma dunque un fortino per la Cantini Lorano che vince dominando fin dal primo quarto. 

Olimpia Legnaia 88
Csotone Siena 41

CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA Sakellariou 32, Merlo 13, Del Secco 9, Nikoci 4, Scampone 4, Riboli 9, Pracchia 7, Baldinotti 7, Baldasseroni 3, Carli, Pinarelli ne, Catalano ne. All. Zanardo

COSTONE SIENA
Bruttini 23, Banchi 4, Angeli 1, Pisoni, Speri, Lucas Silveira 4, Ricci 3, Juliatto 3, Ondo Mengue 3, Caroni, Battaglini ne, Terrosi ne. All. Fattorini

Parziali: 26-10, 51-23, 65-36, 88-41.
Arbitri: Orlandini e Martini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter
Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter