Basket Serie B: Omegna con Bushati e i liberi manda il Pino ko

Seconda sconfitta stagionale per il Pino, stoppato al PalaCoverciano dalla Paffoni Omegna. Dopo il -20 di Vigevano, la squadra di Venucci perde ancora e lo fa in una gara sulle cui statistiche è necessaria un’analisi oggettiva. Oggettiva come i numeri, che difficilmente mentono. Sì, perché in una gara decisa sostanzialmente negli ultimi due minuti, il dato dei tiri liberi battuti da Omegna comparato con quello della All Food Enic fa un bel po’ pensare. 33 le conclusioni dalla linea della carità tentate dalla Paffoni, 7 quelle del Pino. Al netto di una gara dove Omegna ha puntato più dei padroni di casa sull’attacco dell’area, quella dei viaggi in lunetta è una statistica che pesa enormemente sul risultato finale. Tirando 17/33, la Paffoni ci ha messo del suo per non portare a casa la partita, ma alla fine ci è riuscita, trascinata di peso dal talento di Franko Bushati.
L’esterno albanese un vero americano di 36 anni per il campionato di Serie B, ha fatto pentole e coperchi, firmando tutte le azioni chiave di un finale incandescente. Canestri in penetrazione, tiri liberi, assist: Bushati ha davvero preso per mano Omegna e l’ha portata alla vittoria.

Nell’ultimo quarto il Pino, persi per strada per falli Di Pizzo, Staffieri e Passoni, ha comunque tenuto botta fino all’ultimo arrendendosi soltanto nelle ultimissime battute, con in campo un quintetto a dir poco sperimentale. Dopo il gioco a due Bushati-Balanzoni del +4 (58-62) a 1’05” dalla sirena, per due volte, grazie a due triple firmate da Poltroneri e Castelli, è arrivato il rientro fino a -1. Nel momento più importante però la mano di Bushati dalla linea della carità non ha tremato, firmando un 4/4 decisivo. Infruttuosa la preghiera da metà campo di Poltroneri.
Pino di nuovo al tappeto, ma con tanto amaro in bocca per un arbitraggio che ha lasciato tanti punti interrogativi (eufemismo). Qualche passo in avanti però si è visto, anche se i limiti nella costruzione del gioco a difesa schierata sono ancora tanti. Dopo la versione passatore, finalmente poi si è rivisto Poltroneri nei panni di prima punta dell’attacco. Serata così così nelle cifre (5/22 dal campo), ma la condizione fisica migliora. Una buona notizia per Venucci che, con Di Pizzo bloccato dai falli, deve però interrogarsi sulla coperta corta sotto canestro, dove sono emersi limiti a rimbalzo. Omegna ha vinto la partita forse proprio lì, chiudendo a +12 nella lotta a rimbalzo e collezionandone 12 in attacco.

All Food Enic Firenze 64
Paffoni Omegna 67

ALL FOOD ENIC FIRENZE: Poltroneri 15 (3/11, 2/11), Passoni 16 (3/6, 3/5), Staffieri 3 (0/2, 1/6), Castelli 10 (2/4, 2/5), Di Pizzo 4 (2/3); Merlo 8 (1/4, 2/3), Marotta 8 (1/1, 2/5), Iannicelli (0/1 da 3), Pavicevic ne, Corradossi ne. All.: Venucci.

PAFFONI OMEGNA: Piazza 3 (0/4, 1/3), Bushati 24 (4/4, 2/7), Santucci 4 (2/5, 0/4), Planezio 15 (3/4, 2/8), Balanzoni 9 (4/8); Neri 6 (1/4, 1/3), Birindelli 6 (2/5 da 2), Ramenghi, Taddeo, Jokic ne, Spadoni ne. All.: Fioretti.

Arbitri: Sironi e Spinello.
Parziali: 15-19, 36-33, 50-51.
Tabellino completo

Puoi ricevere prima di tutti le nostre news unendoti al canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *