Serie B, è il girone B quello con più qualità

Senza troppi fronzoli possiamo affermare che la qualità complessiva delle partecipanti del girone B è molto alta (leggi anche l’analiis del girone A). Orzinuovi è una squadra che ha perso lo scorso anno ma che si è cambiata con un look che rimane invidiabile. La panchina (Tourè, Lorenzetti, Bona, Valenti) è talentuosa e il quintetto ancor più intrigante. Bergamo punta la A2 tenendo il nucleo portante che tanto aveva fatto fino alla finale play-off inserendo Berti, Cazzolato e Squeo. Cento riparte dalla triade Andreaus-Caroldi-Benfatto prendendosi Chiera, accogliendo il figliol prodigo Sebastiano Bianchi e Pignatti, il portafortuna delle promozioni (già alla terza in carriera, dopo Forlì, Mantova e Siena). Piacenza paga il primo posto in regular season ma con una eliminazione in semifinale: sarà difficile ripetersi. Riparte da Steffè sul pino e una squadra lunga con vissuti importanti (Soragna, Samoggia-brothers, Marzaioli, Rezzano e Banti). Urania Milano ha fatto piazza pulita attorno al big-man Paleari, inserendo Ghiacci e Ingrosso da Caserta (serie A), aggiungendo Ferrarese, Bartoli e Tortù.

Neopromosse

Rucker San Vendemiano è stata rimpinzata di giovani già nei radar nazionali (Antelli e Barbon) confermando pure chi la categoria l’ha giocata in passato, (Pin Dal Pos, Muner e Carlesso) non sarà però semplice il primo approccio. Su Stentu Sestu era già un’organizzazione coriacea carica di entusiasmo; si è rinforzata seguendo i dettami del confermato coach Sassaro. Scandiano ha iniziato a costruire la squadra un po’ tardi ma ha arraffato Veccia (dalla A2) e Chiappelli (15 punti di media in C Gold) con in panchina Tinti e tanti confermati: lotterà per restare in B. Iseo ha perso Lorenzetti diretto ad Orzinuovi, riuscendo a tenere Prestini e buona parte della squadra dello scorso anno, basterà per non retrocedere?

Top player

Troppi per racchiuderli tutti in un trafiletto. Nik Cazzolato ha tiro, penetrazioni e 191 utili per gli assist. Da vedere al palazzetto anche il nuovo opinionista di Sky Teo Soragna (41 anni il 26 dicembre), che continua a portare a spasso pallacanestro e un’invidiabile media al tiro (oltre ad avere uno dei migliori account Twitter da seguire @MatteoSoragna). Aggiungerei anche i sopraccitati Ingrosso, Marzaioli, Ghiacci, Paleari, Cantone, Ruggiero.

Giovani

Su tutti Alessandro Esposito (’97) di Alto Sebino, 5.9+4.6 rimbalzi lo scorso anno. Giovanni Poggi (’97 di Desio) che ha fatto molto bene la passata stagione con 8 punti e 6 rimbalzi a partita. Infine i due gioiellini del 1998 di San Vendemiano Cesare Barbon, Michele Antelli (play di 183 cm, gran passatore con buon ball-handling)

da Basketmagazine di settembre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter