Fiorentina ed Enic, destini incrociati?

È ancora avvolto nel mistero il futuro della Fiorentina Basket. Mentre si avvicina la fine del mese di giugno con scadenze importanti riguardanti un eventuale ripescaggio (entro il 30 giugno va preannunciata richiesta di ripescaggio in Fip), il lavoro in casa viola va avanti sotto traccia. Dopo la retrocessione ai play-out, la silenziosa riflessione ha portato gli uomini «forti» della Fiorentina a confronti con personalità rilevanti del basket fiorentino. I faccia a faccia di giugno sono nati dalla necessità di capire se il progetto Fiorentina Basket ha ancora la spinta propulsiva per andare avanti – operando un rilancio ed una penetrazione in città che non si è vista nella scorsa stagione – oppure se si è già esaurito dopo appena un anno.

Così il presidente Massimo Piacenti ed il giemme Antonio Fagotti hanno più volte parlato con l’assessore allo sport Andrea Vannucci e con Michele Pierguidi e Luca Borsetti, responsabili rispettivamente del basket in società di punta come Sancat e Pino Dragons. La riflessione più prolungata è di questi ultimi giorni, con gli incontri fra Borsetti e Fagotti: al centro del tavolo di discussione la possibilità di unire le forze per un progetto basket unico.
La promozione in Serie B infatti ha rimesso il Pino al centro dell’argomento «basket fiorentino» e – con la Fiorentina prima possibile ripescata – aperto lo scenario di due squadre in categoria. Uno scenario questo che potrebbe davvero realizzarsi visto che appare di difficile concretizzazione un’unione in tempi così ristretti. Derby all’orizzonte quindi? Sì, purché il ripescaggio porti la Fiorentina nello stesso girone dell’Enic, ipotesi ad oggi di non facile realizzazione.

Lo scenario più plausibile quindi per la Fiorentina Basket in questo momento è quello di proseguire l’avventura a Firenze in maniera autonoma. Di sicuro i rumors che confermano questa possibilità non mancano. Si parla già di un possibile allenatore per la Viola, quel Giulio Cadeo già visto in città nel 2006/2007. Un allenatore importante per un rilancio spinto anche da qualche giovane che arriverebbe della Reyer Venezia. Verità o semplici chiacchiere di mercato? Già la prossima settimana potrebbe portare qualche dubbio in meno.

La Nazione 26 giugno 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter