Enic, festa promozione nel segno del futuro. Galmarini il primo regalo per la Serie B

Il caloroso abbraccio di 250 ospiti ha messo il punto esclamativo sulla cena della promozione in Serie B organizzata dall’Enic Pino Dragons Firenze. L’esterno di un PalaCoverciano vestito a festa ha fatto da cornice alla serata dedicata ad un’annata storica per il Pino. La promozione in Serie B è stato il grande risultato raggiunto dalla società del presidente Luca Borsetti, che ha raccolto però anche risultati decisamente soddisfacenti anche con il settore giovanile, su tutti il terzo posto nazionale con l’Under 20 elite.

I riflettori naturalmente erano tutti puntati sui protagonisti della scalata dalla Serie C Silver alla Serie B. Le fotografie del nostro Fabio Bernardini hanno fatto da sfondo ad una serata nella quale di Enic – presente e sorridente lo sponsor Stefano Gabrielli – si è parlato non solo per celebrare il recente passato, ma anche per evidenziare quelle che saranno le strategie per il futuro prossimo. Perché il futuro ormai è già diventato presente. Luca Borsetti ha infatti introdotto il tema dell’ampliamento del PalaCoverciano con una nuova palestra-tendone, quello della programmazione della stagione della prima squadra in Serie B (dentro e fuori dal campo) e di un ampliamento della base degli sponsor che presto potrebbe riabbracciare il marchio Brandini. Insomma, il tempo dei festeggiamenti può dirsi ufficialmente concluso, perché al Pino l’agenda dei lavori da fare in questi mesi estivi è piuttosto fitta.

La squadra al gran completo ha ricevuto come regalo la maglietta della promozione. Lo slogan “Un Ci Bastava più” in perfetto stile fiorentino riporta alla mente il segreto di questa annata vincente: la fiorentinità di un gruppo giovane e futuribile, da non disperdere nonostante il salto in una categoria come la Serie B che richiederà qualche investimento in più per essere affrontata in maniera degna. Così inevitabilmente si arriva già a parlare di mercato. Il primo regalo che l’Enic vorrebbe farsi per il 2016/2017 è il ritorno alla base di Lorenzo Galmarini che, dopo due anni persi in A2 fra Recanati ed Omegna, in biancorosso avrebbe tutto lo spazio necessario per riallacciare il filo del discorso con un percorso di crescita che si è un po’ fermato. Dopo Galmarini, il mercato biancorosso non vivrà di frenesie né di voli pindarici. Arriverà sicuramente un giocatore di esperienza e leadership in cabina di regia e quello sarà l’investimento più importante che sarà fatto per puntare ad una salvezza da conquistare soprattutto al PalaCoverciano. L’impianto di via De’ Robertis sarà confermato come sede delle partite casalinghe, previa aumento della capienza dagli attuali 250 spettatori ai 400 obbligatori da DOA della Fip. Più pubblico e più responsabilità di fronte a Firenze: la promozione in Serie B chiama un impegno maggiore della società biancorossa, che non dovrà deludere delle attese destinate a crescere. In bocca al lupo Enic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter