Basket Serie B: il Pino Dragons batte Rimini dopo un supplementare

Inizia come meglio non si poteva la seconda fase per la All Food Enic che batte Rimini e incamera due punti fondamentali per la rincorsa salvezza. Dopo Ozzano, il Pino festeggia di nuovo al supplementare. Passoni per tutta la partita e la coppia Poltroneri-Merlo nell’overtime sono i protagonisti di una serata chiusa con un successo meritatissimo per l’impegno profuso e per la determinazione che tutti i giocatori hanno espresso. Rimini va ko, pagando a caro prezzo troppe imprecisioni e leggerezze. Una su tutte il tecnico (quinto fallo) che ha tolto Crow dalla partita con ancora molto da giocare. 

Risultati e classifiche aggiornate QUI

La cronaca. Del Re fa partire dalla panchina il recuperato Bruni, in quintetto c’è Marotta insieme a Passoni. Dall’altra parte Bernardi allunga le rotazioni, promuovendo nei primi cinque Semprini. Partita subito molto fisica e, con il passare dei minuti, anche nervosa. L’idea di Rimini è quella di spingere subito la palla dentro, dove Rinaldi manda fuori dalla partita De Gregori con due falli in cinque minuti. Il Pino è tutto nelle mani di Passoni, che salta come birilli Moffa e Simoncelli e nel primo quarto va subito in doppia cifra. Il motore di Rimini prova a cambiare giri con l’entrata di Rivali e Crow. Dal primo arriva subito regia e una rubata, molto meno dal secondo che spara a salve e commette fallo sul tiro da 3 di Passoni che dà il via all’allungo interno di fine primo quarto (22-18).

Il canestro è davvero piccolo per Rimini che gioca un secondo quarto offensivamente da film horror. Non segna nessuno, né contro uomo né contro la zona chiamata con furbizia da Del Re. Rinaldi sbaglia tutto da dentro e butta via quattro palloni, Crow è impalpabile (-13 di plus-minus all’intervallo). Segna eccome invece Passoni: suoi i sette punti consecutivi che valgono la doppia cifra di vantaggio (35-25 al 18’) di un Pino quadrato e padrone in un primo tempo giocato alla perfezione.

Dopo la risciacquata negli spogliatoi di Bernardi, nel terzo quarto Rimini cambia faccia. Emblematico l’atteggiamento di Crow che inizia a fare il suo mestiere e, insieme a Mladenov, riapre subito la partita. Del Re prova ancora a rimettere in campo De Gregori, ma per il pivot proprio non è serata: subito quarto fallo e di nuovo in panchina. Serve un secondo violino accanto a Passoni; non lo è Poltroneri, braccato e con la mira storta. Il rientro di Rimini è cosa fatta quando Crow segna ancora dalla lunga e Mladenov lo accompagna con il gioco da tre punti del 44-44. La reazione del Pino qui è immediata e poderosa: parziale 10-2, con triple di Merlo e Bruni ed è di nuovo +8 (54-46). Dentro al break anche il quarto e quinto fallo (tecnico) di Crow.

Ultimo quarto e gara che diventa ancora più tesa. Il Pino resta sempre al comando; merito della difesa e della leadership di Passoni, fantastico anche in difesa con una stoppata clamorosa su Mladenov. Dopo aver perso per falli anche Rinaldi, Rimini prova il tutto per tutto nei tre minuti finali, toccando ancora il -4 (64-60 -2’01’’) sui liberi di Moffa. Il contropiede chiuso da Filippi riporta il Pino sul +6. Sembra fatta, ma invece c’è ancora da soffrire. Broglia imbuca la tripla, Rivali si guadagna due liberi del -1 (66-65) a 39’’ dalla sirena. Qui ancora una volta Passoni è monumentale nel prendersi la mano sinistra e in penetrazione mettere il nuovo +3 (68-65). Con 18’’ sul cronometro Rimini ha il possesso chiave: Rivali pesca sull’arco Mladenov che spara e segna la tripla della parità. Ultimo possesso per Passoni che scheggia il ferro. E’ supplementare.

Overtime dalle emozioni infinite. Rimini tocca due volte il +4 sui canestri di Simoncelli e Rivali, ma non abbatte il Pino che risponde con triple pesantissime firmate da Poltroneri, Bruni e Merlo. L’ultima dall’angolo di Merlo vale il decisivo +3 (82-79). Rimini ha due possessi per pareggiare, ma Rivali prima spara a salve da 9 metri, poi a 9’’ dalla fine si fa stoppare da Filippi. È l’azione chiave. Poltroneri dalla lunetta mette il secondo e chiude i conti.

All Food Enic Firenze 83
RivieraBanca Rimini 79

ALL FOOD ENIC FIRENZE: Marotta (0/2 da 3), Passoni 26 (7/9, 2/9), Poltroneri 15 (2/4, 2/6), Filippi 13 (4/8), De Gregori 6 (3/5); Merlo 8 (1/2, 2/6), Bruni 9 (1/1, 2/5), Goretti 2 (1/2), Misljenovic 4 (1/2 da 2), Forzieri ne, Pracchia ne, Corradossi ne. All.: Del Re.

RIVIERABANCA RIMINI: Simoncelli 9 (1/4, 2/5), Fumagalli 2 (1/3, 0/1), Moffa 3 (1/3, 0/1), Semprini, Rinaldi 11 (4/11, 1/1); Rivali 11 (4/6, 0/2), Crow 12 (2/4, 2/6), Broglia 14 (2/4, 2/2), Mladenov 14 (3/6, 2/5), Rossi 3 (0/1, 1/1), Bedetti ne, Riva ne. All.: Bernardi.

Arbitri: Di Luzio e Sironi.
Parziali: 22-18, 37-28, 54-48, 68-68.
Statistiche complete

Per ricevere le ultime news sul basket a Firenze, le anticipazioni e i nostri aggiornamenti prima di tutti, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter
E non dimenticate l’app per Android: scaricala

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *