Basket, la Serie A inverte la tendenza: tornano di moda gli “Azzurrabili”

Alla vigilia della Final Eight di Coppa Italia, il mondo del Basket italiano ci indirizza verso un’importante riflessione: i dati sull’impiego e sul numero di punti a partita messi a segno dai giocatori convocabili per la nazionale italiana sono in netta crescita rispetto alle stagioni passate.

Stiamo ponendo le basi per una svolta? E’ presto per dirlo, ma si tratta di un dato che non può passare inosservato e necessita di maggiore attenzione.

Si tratterebbe di un’inversione di tendenza verosimilmente molto interessante non solo da un punto di vista prettamente sportivo, ma soprattutto in prospettiva delle Olimpiadi estive di Tokyo 2021.

Tra le percentuali che emergono notevolmente sulle altre, troviamo un primo dato più che mai confortante: nelle prime 19 giornate del campionato di Serie A 2020-2021 gli italiani rimangono in campo, complessivamente, per il 34.7% del tempo totale.

Lo scorso anno, prima dello stop per la pandemia, questo dato si fermava al 32.9% del tempo, due anni fa addirittura al 26.9% sul totale. L’incremento è più che netto.

Un secondo dato, a distinguersi per pari rilevanza, riguarda invece la vistosa crescita in percentuale sui punti totali messa a segno dai giocatori nati in Italia: il 29.5%, meglio rispetto al 28.3 dell’annata ’19-’20 e al 22.1 del ’18-’19.

Sempre secondo i dati, al momento il team di Serie A ad avere più fiducia nel “prodotto locale” è Cremona, dove il 51% in media dei 40 minuti disponibili è giocato da italiani ed il 46% dei punti è realizzato dai nostri “azzurrabili”.

Seguono a ruota: Fortitudo Bologna (46% di impiego) e Trieste (44%); l’ultima è Trento con un modesto 15%.

Come non citare poi gli straordinari rientri in patria che hanno caratterizzato le recenti campagne acquisti? Un aspetto estremamente rilevante, ovviamente.

Ma, laddove il ritorno di campioni navigati del calibro di Datome e Belinelli si è rivelato determinante per i destini dell’Olimpia Milano e della Virtus Bologna, la crescita di giovani come Bortolani, Baldasso, Imbrò e Procida non è stata di certo da meno.

Siamo sempre più convinti che, la maggiore responsabilizzazione di questi talenti, oltre ad essere un aspetto davvero incoraggiante in chiave azzurra, sarà il primo vero passo verso la loro affermazione definitiva.

Ebbene sì, era ora che la Serie A di Basket parlasse anche un pò di italiano!

Resta solo da vedere cosa deciderà il coach Romeo Sacchetti in vista delle prossime qualificazioni europee di Perm, visto che mai prima di oggi, durante la sua gestione, aveva avuto a disposizione del materiale migliore.

Pertanto si, il futuro resta incerto ma, per il momento, tifosi ed appassionati possono dormire sonni tranquilli.

Da giovedì 10 Febbraio al Forum di Assago la Final Eight 2021 prenderà il largo, con le migliori del girone di andata riunite a sfidarsi per vincere Coppa Italia.

Il match di apertura è Olimpia Milano-Reggiana, prima contro ottava. Poi, in serata si sfideranno Virtus Bologna-Venezia, il match più equilibrato dei quarti, con la Reyer campione uscente. E dall’altra parte del tabellone Brindisi-Trieste e Sassari-Pesaro.

Sul sito di Slot Gratis trovi le migliori quote disponibili per tutte le partite di questa nuova stagione di Final Eight e ogni altra scommessa sportiva online che fa al caso tuo.

Buon divertimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *