Nel posticipo l’Use perde in casa col Don Bosco

Nel posticipo infrasettimanale della prima giornata del campionato , stagione 2012/13, il si permette il lusso di vincere in trasferta, sul parquet di una compagine, quella del Computer Gross .

con i mezzi per lottare per le posizioni di centro classifica. I rossoblù labronici, grazie ad una grande compattezza e ad una prova ricca di lucidità e spessore, si sono imposti, con pieno merito, 76-83. Match a lungo viaggiato sui binari di un grande equilibrio. Il Don Bosco (privo di Leonardo Niccolai, alle prese con noie alla schiena: il capitano rientrerà fin da domenica prossima), hanno mostrato, nel concitato finale quello smalto proprio delle grandi squade. Non è mancato ai ragazzi di , l’istinto del killer. Quando, negli ultimi giri di lancetta, il pallone è cominciato a scottare, i livornesi non si sono fatti cogliere dalla frenesia e dalla voglia di strafare.

Grande protagonista della sfida Modica, capace con la propria classe ed esperienza di prendere per mano i compagni di squadra nelle fasi salienti del confronto. Eccellenti le prove dei giovani Mazzantini e Benvenuti, che non si sono fatti mai intimidire da diretti avversari ben più smaliziati. Concreti e sempre affidabili la guardia Iardella ed il pivot Passaglia. I ‘magnifici cinque’ Modica, Mazzantini, Benvenuti, Iardella e Passaglia hanno chiuso in doppia cifra. Lucida la regia di Mariani. Sono dei livornesi i primi canestri della partita (0-4: a bersaglio Mazzantini e Passaglia). Ben presto Empoli recupera.

La partita è intensa, con le difese caparbie e ben organizzate. Lotta punto a punto. Livorno prova a scavare un mini solco (15-19), ma i locali non demordono e al 10′ gli ospiti sono avanti solo di mezzo canestro (19-20). Nel secondo tempino, i padroni di casa del Computer Gross Use alzano la voce: 29-24, 31-26. Falchi, fra gli empolesi appare ispirato: 34-26, 36-28. Il Don Bosco riduce il margine e all’intervallo lungo è più che mai in partita: 42-37 al 20′. Empoli prova nuovamente a scappare (55-48), ma gli ospiti rispondono ancora presente: 58-56. Al 30′ la situazione premia l’Use: 61-57. Il Don Bosco ha mille risorse e al 36′, con una giocata da tre punti di Mazzantini (canestro più libero aggiuntivo) mette il muso avanti: 68-71.

Finale severamente vietato ai deboli di cuore. Iardella firma il libero del 74-74. Fra errori e falli tattici, Modica (da tre) e Benvenuti, dall’area, realizzano l’allungo definitivo (74-79). Poi Iardella, ancora dalla lunetta, permette ai suoi di amministrare, con serenità, il margine.

USE COMPUTER GROSS
Falchi 14, Mariotti 12, Terrosi 7, Manetti 7, Delli Carri 11, Italiano 5, Giovannetti, Ravazzani 16, Berni 1, Falconi 5. All. Quilici (ass. Fioravanti)

DON BOSCO LIVORNO
Iardella 14, Cunico 1, Martini 6, Passaglia 15, Mazzantini 10, Marchini ne, Mariani 4, Artioli ne, Modica 17, Benvenuti 14. All. Da Prato

Parziali: 19.20, 42-37 (23-17), 61-57 (19-20), 76-83 (15-26)

fonte: Pallacanestro don Bosco Livorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter