Esordio da favola: la Fiorentina stende Padova

La pallacanestro fiorentina mancava da San Marcellino dal 15 maggio 2004. L’allora Everlast Firenze firmò la salvezza in B d’eccellenza ai play out, battendo Atri nella decisiva gara-3. A distanza di undici anni abbondanti, la Fiorentina Basket inaugura il suo corso nella palestra di via Chiantigiana battendo la Virtus Padova. Esordio in Serie B da ricordare per la Fiorentina targata Stefano Salieri, che riesce a prendersi il primo scalpo della stagione. Il successo dei gigliati è fatto di volontà e difesa. Lo spirito di squadra a volte riesce a fare miracoli ed a spingerti ad arrivare dove centimetri e chili che non ci sono non riescono a portarti. Così finisce che il vantaggio “fisico” non è sufficiente per Padova, che nella ripresa deve alzare bandiera bianca.

Le foto di Fiorentina vs Padova

Il tono della partita disputata dalla Fiorentina nei secondi venti minuti di gioco fa ben sperare per il futuro. Con un Marusic in campo a dispetto di una schiena bloccata nel riscaldamento, la Fiorentina riesce a godersi una prima volta speciale. Lo fa mettendo da parte un primo tempo offensivamente opaco (26-33 al 20’) e concentrandosi su un secondo tempo esaltante. Cambia marcia Tourè, Bianchi si dimostra molto più scafato di quanto non dica la carta d’identità, Lasagni piazza canestri pesantissimi: ecco i tre uomini da copertina. Il primo vantaggio “interno” della partita firmato da Bianchi (47-46) arriva a quarantacinque secondi dalla fine del terzo quarto. Padova ha perso il bandolo della matassa in attacco: la Virtus non riesce più ad andare a colpire sotto canestro, dove Crosato e Tuci avevano fatto male nel primo tempo. La Fiorentina scommette sul perimetro di Padova (priva di Canelo, assenza non da poco), che sparacchia (5/27). L’inerzia è passata sulla sponda viola. Mabilia, a sei minuti dalla fine, regala l’ultimo vantaggio (55-56) ai veneti. Si tratta dell’ultimo segnale di vita patavino, la Fiorentina si stringe ed allunga con Giampaoli, Bianchi e Lasagni (62-56). Sono i canestri che decidono la partita. Tourè con quattro liberi che dimostrano una freddezza notevole mette le olive nel martini. La prima vittoria è in cassaforte.

Le interviste di Basketblog: Salieri, Friso e Tourè.
Le pagelle di Basketblog.

Fiorentina Basket-Broetto Costruzioni Padova 69-63

FIORENTINA BASKET: Tourè 18 (5/8, 0/3), Giampaoli 10 (2/6, 1/5), Bianchi 13 (3/4, 2/3), Marusic 4 (2/3, 0/2), Di Giacomo 6 (3/5); Vignali 8 (1/4, 2/2), Lasagni 10 (2/2, 2/4), Caroli 2 (1/2, 0/1), Facchino, Baggio ne. All.: Salieri.

BROETTO COSTRUZIONI PADOVA: Busca 3 (0/4, 1/2), Salvato 12 (3/6, 1/2), Schiavon 5 (1/1, 1/3), Crosato 12 (4/7, 0/4), Tuci 10 (5/8, 0/1); Sabbadin 6 (3/4, 0/1), Lazzaro 9 (3/10, 0/1), Mabilia 6 (0/1, 2/11), Contin (0/1, 0/2), Cecchinato. All.: Friso.

ARBITRI: Fabbri e Cirenei.
PARZIALI: 13-17, 26-33, 50-46.
NOTE – Tiri liberi: Fiorentina 10/16, Virtus Padova 10/17. Usciti per 5 falli: Marusic. Spettatori: 200.

All Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *