Play-in e Playoffs: la nuova formula NBA riserva grandi sorprese

Al termine della regular season lo spettacolo del basket a stelle e strisce continua a tenere incollati gli spettatori di tutto il mondo agli schermi televisivi. Dall’Italia le partite possono essere viste durante la notte a partire dalle ore 01:00, complice il fuso orario che farà stare svegli gli appassionati della pallacanestro. Si va in scena tra il 12 e il 13 aprile con le interessanti sfide dei Play-in e con la nuovissima formula. Le modifiche ai regolamenti che portano ai Playoffs sono state introdotte nel 2020 e in piena pandemia hanno suscitato un acceso dibattito tra favorevoli e contrari. Oggi siamo alla terza stagione di fila con la novità di questo piacevole antipasto sportivo, che vedrà impegnato anche l’italiano Danilo Gallinari, classe 1988, nelle file degli Atlanta Hawks. La squadra ha strappato il pass piazzandosi al nono posto Est, risultato che consente di accedere dunque ai match della post season.

Consigliamo vivamente di seguire i consigli per le scommesse NBA, che possono essere un’occasione da cogliere al volo proprio per l’imprevedibilità delle competizioni che portano ai Playoffs, con colpi di scena inaspettati su ogni fronte.

Vediamo insieme come funzionano i Play-in, quali sono le squadre che sono riuscite a qualificarsi e le compagini che invece si fermano in anticipo. Si tratta di una sorta di mini-torneo che sancisce il passaggio del turno nell’ultima piazza utile per proseguire il cammino dei Playoffs. Per la prima volta i Play-in sono stati giocati nell’ambito dalla stagione 2019-2020 per ovviare allo stop dell’emergenza sanitaria Covid-19. Il nome completo di questo mini-campionato è Play-in Tournament e la finalità è l’individuazione delle ultime 2 squadre partecipanti ai Playoffs poiché si gioca per le 2 rispettive conference di riferimento. La settima e l’ottava classificata possono vantare 2 diverse opportunità per proseguire ma la nona e la decima sono obbligate a vincere entrambe le partite. Ecco come si articolano i 3 match:

  • dallo scontro tra la settima e l’ottava di ciascuna conference esce direttamente la ripescata per i Playoffs, che va dunque a piazzarsi nella settima casella del tabellone
  • la vincente tra la nona e la decima passa alla gara successiva dei Play-in, dovendo quindi affrontare l’ultimo ostacolo (la perdente viene eliminata)
  • la squadra che esce sconfitta tra la settima e l’ottava va a sfidare la vincente tra la nona e la decima per completare anche l’ottava casella del tabellone dei Playoffs.

Nella NBA Eastern Conference la classifica aggiornata dalla settima alla decima posizione è la seguente: Brooklyn Nets, Cleveland Cavaliers, Atlanta Hawks, Charlotte Hornets.

Per quanto riguarda la NBA Western Conference, invece, i posizionamenti dal numero 7 al numero 10 sono: Minnesota Timberwolves, Los Angeles Clippers, New Orleans Pelicans, San Antonio Spurs.

Le continue battute d’arresto dei Brooklyn Nets hanno costretto la squadra a questo ulteriore sforzo per approdare ai Playoffs. Irving, Durant e compagni pagano numerosi infortuni oltre all’addio di Harden. Nella Eastern Conference Cleveland aveva fatto bene prima delle defezioni di Mobley e Allen. Grande attenzione per Minnesota Timberwolves nell’altro tabellone, che si giocano l’accesso ai Playoffs, forti delle prestazioni di Edwards e Towns.

L’esclusione più celebre è senza dubbio quella dei Los Angeles Lakers, che ha portato al licenziamento dell’allenatore Vogel, esonero dovuto ovviamente all’eliminazione dei gialloviola dalla corsa per i Playoffs. Resta nei Lakers, invece, il campionissimo LeBron James, il primo giocatore in assoluto nella storia a collezionare più di 10 mila punti, altrettanti assist e rimbalzi nell’arco di una carriera. Potrà riprendersi dagli acciacchi e dagli infortuni alla caviglia che non lo hanno lasciato tranquillo nell’ultimo periodo e che indubbiamente hanno aggravato le prestazioni del team nella regular season.

Ecco il programma definitivo delle partite, con la data e l’ora italiana in cui si disputa il match:

  • Brooklyn vs Cleveland (7a vs 8a) – 13 aprile ore 01:00
  • LA Clippers vs Minnesota (7a vs 8a) – 13 aprile ore 03:00
  • Atlanta vs Charlotte (9a vs 10a ) – 14 aprile ore 01:00
  • New Orleans vs San Antonio – 14 aprile ore 02:30

Sabato 15 aprile si terranno le 2 restanti partite Est e Ovest, che verranno disputate dalla perdente tra la settima e l’ottava contro la vincente tra la nona e la decima. Occhi puntati all’NBA con 3 notti di sport e scommesse da non perdere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter
Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter