Genovese e Grande fermano la rimonta dei Tigers. All Food in semifinale

La All Food concede subito il bis e vola in semifinale. Al primo match point, la Fiorentina chiude la serie (2-0) contro i Tigers Forlì e brinda al passaggio del turno. In una gara 2 dagli alti e bassi, la squadra di Niccolai punta sul fisico e sul dominio a rimbalzo (37 a 23 il dato finale) per espugnare il Villa Romiti. Onore ai Tigers, che hanno lottato fino all’ultimo rimontando dal -22 (33-55) fino al -3 (61-64). Nel momento del bisogno, Genovese e Grande, ovvero le due punte dell’attacco gigliato, hanno tolto le castagne dal fuoco, rivitalizzando un attacco spesso balbettante. Conta però la sostanza e la Fiorentina (alla decima vittoria consecutiva fra regular season e play off) l’ha portata a casa anche stasera. Ora l’attesa è per l’avversario della semifinale: Vicenza è in vantaggio 1-0 nella serie con Valsesia, che nel posticipo di giovedì vivrà il secondo atto.

Partenza lanciata della All Food che domina a rimbalzo e lascia gli spiccioli all’attacco dei Tigers. Canestri d’esperienza di Berti, Genovese e Banti (2-11 al 4’). Forlì segna il secondo canestro dal campo al 5’ sempre con Villani, fotografia delle grandi difficoltà offensive della squadra di Di Lorenzo che non molla però di un centimetro. La All Food scappa spingendo appena sul gas: due triple e un gioco da tre punti di Genovese ed è +18 (16-34 al 16’). I tre falli di Grande però turbano l’attacco della All Food. Le rotazioni dalla panchina sono un pianto greco. Male Mazzucchelli, Ongo Mengue, De Leone e Divac (3 falli in 1’49’’, roba da record), insomma tutti. Forlì così si rimette in carreggiata con una tripla di De Fabritiis e un gioco da tre punti di Sacchettini, due azioni fondamentali per consegnare una partita ancora aperta all’intervallo (25-36).
La differenza fisica in campo è evidente. Forlì prova il tutto per tutto con solo piccoli in campo, ma continua a pagare a rimbalzo. Niccolai per far volare la Fiorentina deve rinunciare a tutti i lunghi e adeguarsi. Lucarelli nella versione da lungo fornisce lo start per l’allungo che spacca di nuovo la partita: sei punti consecutivi per il +19, che sulla tripla di Mazzucchelli diventa +22 (33-55 al 28’).

I Tigers sono spalle al muro, potrebbe cadere di schianto, ma non lo fanno. Anzi, a cavallo fra terzo e quarto tempino reagiscono con super orgoglio. Villani suona la carica, accompagnato da Battisti e la partita è riaperta (49-57 al 33’). L’attacco della All Food è piantato sulla ricerca dello spalle a canestro di Berti che non paga più: sulla tripla di Villani, il Villa Romiti esplode (52-57, parziale 19-2). Per togliere il tappo al canestro della Fiorentina serve un tiro dalla media di Grande accolto come un gol. Il massimo sforzo di Forlì è sulla tripla di Villani che vale il -3 (61-64 al 37’). La All Food dall’altra parte però risponde subito con la bomba provvidenziale del solito Genovese. E’ un canestro che frustra le speranze dei Tigers, messi definitivamente a tacere da Grande (61-69 al 39’). Nelle difficoltà, ecco i due canestri del parzialino (0-5) che vale la semifinale.

Tigers Forlì 65
All Food 75

ALL FOOD FIRENZE: Grande 11 (3/6, 1/8), Berti 9 (3/8, 1/4), Lucarelli 18 (6/8, 1/2), Genovese 16 (3/7, 3/5), Banti 8 (4/6); Mazzucchelli 7 (0/2, 1/3), Ongo Mengue 2 (1/3, 0/2), De Leone, Erkmaa 2 (1/1), Divac 2 (1/1, 0/2), Lorbis. All. Niccolai.

TIGERS FORLI’: Battisti 15 (6/9, 1/4), Carpanzano 9 (2/8, 0/1), Villani 19 (3/3, 3/5), Cicchetti 4 (1/1), Sacchettini 11 (4/7, 0/1); De Fabritiis 5 (0/2, 1/5), Papa (0/1 da 3), Zani (0/4 da 3), Agatensi (0/1 da 3), Antonaci 2 (1/1), Puntolini. All. Di Lorenzo.

Arbitri: D’Orazio e Vigato.
Parziali: 9-17, 25-36, 41-57.

Per ricevere le ultime news, le anticipazioni e i nostri aggiornamenti prima di tutti, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter
E non dimenticare la nostra app Apple e Android.

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter