Legnaia strappa due punti fondamentali per la salvezza a Pontedera

Al PalaZoli di Pontedera, l’Olimpia Legnaia strappa una vittoria molto importante in chiave salvezza: 64-69 il risultato finale al termine di una partita combattuta fino all’ultimo secondo.

Primo quarto nel segno dell’equilibrio con il giovane play Giacchè subito in evidenza, è lui a guidare i suoi compagni al 19-16 con cui si chiude la terza frazione. Tra i fiorentini si sente, in questa fase, la mancanza di Trillo’, in panchina per onor di firma, viste le precarie condizioni fisiche. Niente comunque in confronto alle assenza che possono lamentare i padroni di casa, visto che negli ultimi 40 giorni hanno perso, per motivi vari, ben 7 giocatori.

Nel secondo quarto salgono in cattedra Bandinelli e Del Secco, il primo bravo in fase offensiva, il secondo assoluto dominatore ai rimbalzi. L’arma più utile a Legnaia è però la difesa, una difesa sempre aggressiva sul portatore di palla avversario. Una tattica che permette ai ragazzi di Zanardo di andare al riposo sul +7. Squadre negli spogliatoi sul 29-36 quindi, con gli ospiti preoccupati per l’infortunio lamentato nei minuti finali da capitan Zani.

La pausa serve al capitano gialloblu per riprendersi completamente, tanto che è proprio lui a mettersi in mostra nel terzo quarto, una frazione di gioco che vede l’Olimpia sempre avanti. I canestri di Maffei e Meucci non bastano a compensare le tante palle perse in attacco dai biancoblu. Il finale di quarto è però tutto a vantaggio dei padroni di casa che riescono a limitare i danni chiudendo al frazione sul 50-56.

Fuori per tutto il quarto quarto il play Nardi, gravato da un infortunio da valutare in settimana. Zanardo si affida in fase di regia a Bandinelli, mentre Tonti concede ancora fiducia a Giacchè, scelte entrambe giuste perché i due giocatori si fanno valere. A far pendere la bilancia dalla parte dei fiorentini sono i falli. Pontedera esaurisce il bonus troppo presto e nelle battute finali i biancoblu devono comunque ricorrere al fallo per fermare le incursioni degli avversari, con il risultato di regalare a Zani e compagni i tiri liberi che consentono a Legnaia di conquistare il successo. Una vittoria che porta la firma di Del Secco, migliore in campo senza se e senza ma, autore di una gara maiuscola, senza errori. Chi si aspettava la definitiva prova di maturità da parte di questo giocatore è stato servito.

Pontedera 64
Legnaia 69

JUVE PONTEDERA: Meucci 19, Doveri 3, Minuti 10, Maffei 7, Gorini 6, Redini ne, Pugliesi, Puccioni 1, Martini ne, Giacchè 12, Di Sacco 5, Nassi ne All.: Tonti.

CANTINI LORANO
: Nardi 14, Zani 18, Cambi 8, Del Secco 4, Tarchi 4, Trillò ne, Vienni, Bandinelli 8, Conti 3, Ademollo 2, Rosi, , Zanussi 8, All. Zanardo

Arbitri: Toscano e Orlandini
Parziali: 19-16, 29-36, 50-56

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter