Empoli vince lo scontro diretto per la salvezza con Legnaia

L’importante scontro salvezza fra Lai Empoli e Cantini Lorano Legnaia va agli empolesi che si impongono 91-80 dopo essere stati in vantaggio anche di 25 punti.

I padroni di casa, nella bella divisa biancoazzurra iniziano la sfida con il piede giusto: un 7-0 che getta le basi per la vittoria. Gli ospiti, nella consueta divisa da trasferta, blu notte con bordi gialli, proveranno per tutta la partita a recuperare lo svantaggio, senza mai riuscirci, Empoli guiderà nel punteggio dal primo all’ultimo minuto. Il primo quarto si chiude sul 23-15 grazie alla buona mira di Fantoni. A fine partita il tabellino farà registrare 17 punti per il capitano biancoazzurro con un ottimo 7 su 8 nei tiri da 2 punti.

È nel secondo quarto che Legnaia perde la gara. In questo tempino sono tanti gli errori commessi dei ragazzi di coach Zanardo, sia al tiro, ma soprattutto in fase di impostazione, con troppe palle perse in attacco. Palle che i veloci contropiede impostati da Balducci venivano trasformati in punti da Kenfack e Mencherini. Squadre al riposo sul 51-33, ben 18 punti di vantaggio per i ragazzi di coach Paludi.

Il terzo quarto inizia nel peggiore dei modi per i padroni di casa, visto che dopo appena 1 minuto Mencherini è costretto ad uscire per infortunio. A 6’10” dalla fine del terzo quarto l’ennesimo canestro di Fantoni porta la Lai sul 61-36, il +25 sarà il massimo vantaggio toccato dai padroni di casa. A questo punto l’Olimpia inizia a giocare un basket veloce e soprattutto, a conquistare rimbalzi, sia in attacco che in difesa. Parte così il tentativo di rimonta: 61-43 a 4’12”. Ci pensa Doveri, con i suoi canestri a tenere a bada i fiorentini. Il 70-51 con cui si chiude la terza frazione pare condannare Legnaia alla sconfitta.

Nell’ultimo quarto i gialloblu partono però bene, riuscendo a portarsi a -8 a 8’18 dal fischio della sirena: 70-62 grazie a una tripla di Zani. Anche stavolta ci pensa Doveri a spegnere l’entusiasmo degli ospiti e a riportarli a distanza di sicurezza. A 6’34” sul 78-64 si registra l’espulsione di Zani per proteste, ma a 4’05” la partita è ancora in bilico: 79-71. Legnaia produce il massimo sforzo, ma Balducci, migliore in campo, porta i suoi alla vittoria: 91-80 il punteggio al fischio della sirena.

Empoli si guadagna una vittoria importantissima in chiave salvezza, mentre Legnaia esce da questa sfida con almeno due note positive: il carattere mostrato fino alla sirena e la prova di Vienni, il più efficace dei suoi nella fase difensiva, e Conti, bravo a prendersi tutti i tiri aperti a sua disposizione.

Lai Empoli 91
Cantini Lorano Legnaia 80

EMPOLI: Mencherini Niccolò 17, Mencherini Leonardo 2, Baroncelli 13, Doveri 21, Fanotoni 17, Gasperini ne, Balducci 14, Paci ne, Barbetta ne, Cervigni, Gouadjio Kenfack 7, Maiolini ne, All: Paludi

LEGNAIA: Zani 28, Cambi 4, Nardi 10, Rosi 6, Zanussi 2, Vienni 3, Conti 13, Ademollo, Del Secco 2, Tarchi, Trillò 12, Dozzani, All.: Zanardo

Arbitri: Toscano e Minnella.
Parziali: 23-15 51-33 70-51.

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter