A volte ritornano

Sotto le ceneri del basket fiorentino un nuovo fuoco sta prendendo forma. Rumors confermati: ci sono lavori in corso per mettere in piedi una seconda realtà cittadina senior, alternativa al Pino Dragons Firenze. Ecco quanto. Alla fine è saltata fuori la registrazione alla camera di commercio di una nuova società cittadina, denominata , nata lo scorso febbraio.
Che si stesse lavorando già ad un nuovo soggetto per il basket nostrano, qualcuno ce ne aveva già dato riscontro. Adesso però arriva una conferma rappresentata da un documento ufficiale. Non solo. Da tempo uno staff dirigenziale sta già lavorando per creare tutti i presupposti per iniziare un’attività di basket dalla prossima stagione. Chi sono le persone coinvolte? Sempre dalla “visura” al registro delle imprese rileviamo i nomi che compongono la società. Eccoli:

  • Franco Tempesti (nella foto) risulta essere l’amministratore unico. Dirigente storico del basket fiorentino, legato da sempre alla sponda Affrico, negli ultimi anni membro del direttivo dell’Affrico Basket Firenze.
  • Andrea Calosi, ex presidente dell’Affrico Basket Firenze.
  • Luca Maggiorelli, già responsabile tecnico dell’Affrico Basket Firenze poco prima del fallimento. Per alcune stagioni e fino al 2011, ha fatto parte della dirigenza dell’Abc Castelfiorentino, come consigliere e dirigente responsabile della prima squadra.
  • , dirigente umbro legato in passato tra le altre alla Juve Caserta, al Perugia Basket e all’Assisi Calcio, con competenze sopratutto commerciali e di marketing.
  • Gianluca Prianti, manager con competenze legate all’organizzazione di eventi e al turismo.

Come si può facilmente notare, i primi due soggetti provengono dall’esperienza fallimentare dell’Affrico – di cui avevano ruoli “di facciata” decisamente secondari, ma erano comunque titolari di quote della società; Maggiorelli arrivò nel luglio del 2014, a lui era stata affidata la programmazione sportiva di una stagione sportiva che poi non è mai partita. Fagotti e Prianti invece sono nomi del tutto nuovi per l’ambiente fiorentino.

La registrazione della società (il cui capitale sociale versato è di appena 800€) è chiaramente il primo atto formale necessario per poter creare il soggetto sportivo su cui impostare un progetto. Ed ora? Restano da chiarire tante cose prima di parlare, ad esempio di titolo (si vocifera di una partenza dalla Serie B). Il prossimo passo è proprio quello della chiarezza da fornire, su tanti fronti.

Niccolò Casalsoli
Fabio Bernardini

composizione dirigenza fiorentina basket 2015

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter