Coach Scarselli: “Per questa Florence serve un nuovo atteggiamento”

Dopo le prime tre settimane di preparazione del Fotoamatore Florence è già possibile raccogliere le prime sensazioni sul lavoro finora svolto e sulle prospettive future. Il migliore portavoce di queste sensazioni è il nuovo coach Duccio Scarselli. Ne abbiamo approfittato per cercare di capire che tipo di formazione vedremo sul parquet nella stagione agonistica che presto inizierà (14 ottobre).

Coach Scarselli, innanzitutto benvenuto nel basket femminile fiorentino. Quali sono state le motivazioni che l’hanno convinta ad imbarcarsi in questa nuova avventura?

Innanzitutto grazie mille per il benvenuto. Ok questa è facile: la passione! Un amore spropositato per questo gioco. Ho smesso di giocare quest’anno e anzi non avrei smesso se non mi fosse stata data questa opportunità. E per questo ringrazio tantissimo il presidente Ricci per essersi buttato nel buio affidandomi questo incarico. Poi guai fisici, l’età che avanza, la già citata passione e un patentino in tasca mi hanno fatto passare a bordo campo. Ho tanto da imparare, almeno quanto la passione che ho, sono spaventato dal non essere all’altezza ma ho anche una bella faccia tosta e quindi mi sono buttato, insieme al presidente , ora staremo a vedere!

Può confidarci le sue prime sensazioni rispetto all’organico di atlete che Il Fotoamatore Florence le ha messo a disposizione?

Formidabili! Non avevo mai allenato le ragazze prima. Un pizzichino più difficili da gestire rispetto ai maschietti ma è veramente un piacere allenarle. Ma da buon allenatore non glielo dico e le bastono un po’. Un buon gruppo che ha voglia di lavorare insieme e che sta bene insieme, delle ottime individualità sia tecniche che fisiche, ragazze tutte a modo loro fantastiche ma non vedo una squadra ancora. Non la vedo da un punto di vista tecnico, ma questo è compito che spetta a noi dello staff tecnico e lavorando sicuramente ci arriveremo, ma soprattutto non la vedo da un punto di vista di atteggiamento, di motivazioni, di voglia di rivincita dopo un campionato disastroso come quello dell’anno scorso. Bisogna far capire a queste ragazze che sono forti e che credendoci soltanto un po’ di più si potrebbero togliere delle soddisfazioni che nello sport a qualsiasi livello sono impagabili. Questa è un pochino meno facile.

Con tali premesse, quali possono essere gli obiettivi alla portata di questa formazione?

Questa è difficilissima!! Ne sento dire talmente tante che… Sento dire che è una squadra che l’anno scorso era in A2 e che ora in serie B regionale è imbattibile, poi che si ammazza il campionato, poi e poi tante belle storie. Boh forse è vero forse no, posso dire che queste ragazze possono andare dove vogliono se ci credono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter