Pino Dragons, determinante il fattore “scozzese”

Il crocevia della stagione dell’Enic è stato superato grazie ad un rientro inaspettato. Tornato in fretta e furia dalla Scozia, dove ad ottobre era volato per motivi di lavoro, è stato il protagonista del successo del contro la Lai Empoli. Arrivato direttamente da Peretola – con tutti i bagagli al seguito dopo il volo Birmingham-Firenze – al PalaCoverciano un’ora prima della partita, l’ex lungo di Castelfiorentino ha svolto un ruolo decisivo nella rimonta vincente dell’Enic. Una rimonta che ha riposizionato il Pino al secondo posto del girone E, a due sole lunghezze dalla Blukart San Miniato capolista.

Le cifre finali di Puccioni (14 punti con 6/10 da 2 in 19’) non spiegano del tutto l’impatto che ha avuto sulla partita. Nell’economia del gioco biancorosso era mancata molto la sua presenza in area, così come quella di Carlo Santomieri. Troppo sbilanciata sulle giocate dal perimetro della coppia Rabaglietti-Mariani, l’Enic proprio grazie ai rientri di Puccioni e di Santomieri adesso torna ad avere un equilibrio “vincente”. In un torneo come quello di Serie C dove – soprattutto in Toscana – i lunghi “latitano”, la presenza di Puccioni regala al Pino un vantaggio evidente. Un vantaggio che potrà essere sfruttato per tutto il girone di ritorno. Salvo nuove sorprese lavorative, Puccioni infatti per i prossimi mesi si dedicherà soltanto alla pallacanestro. Ed a contribuire alla corsa dell’Enic verso la promozione in Serie B.

fonte: La Nazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter