Protocolli per i campionati nazionali: in arrivo l’obbligo del tampone rapido ogni settimana?

Integrazione in arrivo per i protocolli FIP relativi all’attività dei campionati non professionistici aventi carattere nazionale. Secondo quanto riporta Superbasket.it, la Commissione Sanitaria sta studiando l’introduzione di maggiori controlli almeno per quanto riguarda le categorie più elevate (A2 e B maschile e A1 e A2 femminile), valutando di inserire la misura precauzionale del tampone rapido da svolgere ogni settimana.

Leggi tutte le notizie del blog relative alla difficile situazione legata alla diffusione in Italia del coronavirus qui

Attualmente i protocolli prevedono il tampone prima del primo incontro con un altra squadra e tassativamente 5 giorni prima dell’inizio del rispettivo campionato con obbligo di test sierologico e due tamponi in A2 e test sierologico e tampone rapido in B, A1 e A2 femminile; per la prosecuzione dell’attività oggi basterebbe una autocertificazione settimanale, l’ipotesi al vaglio è quella di sostituirla con i tamponi rapidi per la tutela della salute di tutti. Il prossimo Consiglio Federale in programma il 23 ottobre dovrebbe stabilire anche il quadro normativo relativo alla disputa delle partite in caso di positività, stabilendo anche per i campionati minori nazionali e regionali le modalità di eventuali rinvii (in serie A possibili in caso di disponibilità di meno di 6 giocatori professionisti o di assenza contemporanea di capo allenatore e primo assistente).

Per ricevere le ultime news sul basket a Firenze, le anticipazioni e i nostri aggiornamenti prima di tutti, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter
E non dimenticate l’app per Android: scaricala

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *