A Ravenna non si passa, neanche l’Abc nei playoff

La capolista difende l’imbattibilità del PalaCosta e vince grazie ad una super prova di Cernivani immarcabile dall’arco (7/11 i canestri da 3 realizzati), top scorer del match con 31 punti all’attivo. E chiaramente vince anche grazie ad un collettivo che si è mostrato ancora una volta la squadra da battere: compatto e deciso in ogni reparto, sia in fase offensiva che difensiva.

abc_castelfiorentino_2013_venucci1111Ma, diciamolo, vince anche un pò per demeriti nostri. Una difesa che ha lasciato spesso troppi margini di manovra all’Acmar, per di più in una serata in cui gli uomini di Giordani sbagliavano poco o niente. Abbiamo concesso troppo ad una squadra a cui invece non possiamo concedere niente, assolutamente niente.
Dopo un avvio in equilibrio Ravenna prende in mano l’inerzia del match e riesce di fatto ad amministrarlo per i successivi tre periodi. Nel terzo quarto l’ABC sembra quasi sprofondare in un vero abisso toccando anche il -27. Ma è la stessa ABC che non molla mai e che riesce a tornare fino a -13 (77-64) riaprendo la sfida. Una rimonta che però costringe i gialloblu a fare gli straordinari arrivando ai minuti decisivi stremati, sia fisicamente che mentalmente. Così il finale vede Ravenna imporsi 85-71, e portare la serie sull’1-0.
Onore ai vincitori, dunque, ma anche ai vinti. Una sconfitta che fa male ma che serve allo stesso tempo a farci capire che la capolista non è imbattibile e che starà a noi, giovedì, concedere molto molto meno agli uomini di Giordani. Impariamo dai nostri errori, resettiamo, e ripartiamo. Perchè abbiamo anche dimostrato che, con la giusta concentrazione e intensità, possiamo mettere in difficoltà anche la squadra più forte del campionato. E adesso tocca a noi. Giovedì sarà un’altra sfida: saremo in casa nostra e dovremo far valere il fattore campo. L’unica differenza è che sarà decisiva: vincere e continuare a sognare, oppure perdere e finire qui la stagione. O dentro o fuori. E noi, chiaramente, vogliamo giocarcela fino alla fine, e tornare a Ravenna per la fatidica “bella”.

Avvio con i locali che tentano un primo allungo con Cicognani (6-2), ma l’ABC tiene botta e risponde con Zani e Venucci per la parità (8-8). Cinque punti consecutivi di Bedetti, però, permettono a Ravenna di tornare a condurre (13-8), finchè due triple consecutive, una di Amoni e una di Cernivani, valgono la doppia cifra di vantaggio (21-10). Procacci infila quattro punti in rapida successione per il -7 (23-16), ma il 2+1 del solito Cernivani chiude il periodo sul 28-16.
In avvio di seconda frazione è ancora Cernivani a mettere in caldo due canestri consecutivi dall’arco che permettono a Ravenna di portarsi a +18 (34-16), fino a trovare il +23 con Bedetti (41-18). La risposta gialloblu arriva con due triple di Jack Montagnani (43-24), seguito dai canestri di Procacci e Alloatti (45-30). Amoni manda tutti all’intervallo lungo sul +17 Ravenna (47-30).
Coach Angelucci prova a cambiare le difese, ma sia con la uomo che con la zona la sostanza non cambia: al rientro i locali centrano ben tre canestri dall’arco che affondano l’ABC: 59-34. I gialloblu provano a contenere i padroni di casa, ma la frazione si chiude sul +25 Ravenna (70-45).
L’ABC, però, non molla, e ci prova fino alla fine. La rimonta gialloblu porta le firme di Tommei, finalmente al rientro dopo il lungo infortunio alla mano che lo ha costretto al riposo per oltre un mese, Zani e Montagnani che nell’ultima frazione realizzano dalla lunga distanza fino a riaprire il match: 77-64 con 3’30” da giocare. Una rimonta che, però, si ferma qui: Ravenna gestisce, l’ABC ha spinto fin quando la stanchezza non ha iniziato a pesare. E gara-1 va alla capolista.

E’ chiaro che contro una squadra del genere non possiamo permetterci distrazioni, e la sconfitta di questa sera ci è servita per capire quello che giovedì non dovremo assolutamente fare. Con questa consapevolezza dobbiamo adesso prepararci a fare la nostra partita, nel nostro palazzetto, davanti al nostro pubblico. Sapendo che non ci saranno seconde opportunità: stavolta dobbiamo vincere ad ogni costo. Dobbiamo far nostra gara-2 e portare la serie in parità. E domenica tornare tutti insieme a Ravenna, pronti a giocarci il tutto per tutto.

BASKET RAVENNA – ABC CASTELFIORENTINO 85 – 71

Basket Ravenna: Cernivani 31 (4/5, 7/11), Penserini 4 (272, 0/2), Amoni 19 (3/5, 4/8), Bastoni (0/2, 0/0), Cicognani 8 (4/6, 0/0), Rivali (0/1, 0/1), Bedetti 7 (1/3, 1/4), Ricci 2 (1/1, 0/2), Broglia 12 (6/8, 0/1), Locci 2 (0/2, 0/0). Allenatore: Giordani.

ABC Castelfiorentino: Montagnani 17 (3/6, 3/7), Tommei 6 (0/1, 2/4), Belli 2 (1/1, 0/0), Zani 10 (2/5, 272), Alloatti 4 (2/6, 0/2), Procacci 10 (4/5, 0/2), Squarcina 6 (0/0, 1/2), Venucci 14 (3/4, 1/2), Calvani ne, Puccioni 2 (1/4, 0/0). Allenatore: Angelucci.

Parziali: 21-10; 26-20 (47-30); 23-15 (70-45); 15-26 (85-71)

Arbitri: Pazzaglia Jacopo, Dionisi Alessio

Note:
Tiri: Ravenna 33/64 (52%, di cui 21/35 da due, 12729 da tre) – ABC 25/53 (47%, di cui 16/32 da due, 9/21 da tre)
Tiri liberi: Ravenna 7/11 (64%) – ABC 12/14 (86%)
Rimbalzi: Ravenna 39 (26 dif, 13 off) – ABC 29 (23 dif, 6 off)
Palle perse: Ravenna 21 (rec. 19), ABC 19 (rec. 22)
Assist: Ravenna 17 – ABC 8
Stoppate: Ravenna 5 – ABC 1
Cinque falli: Bedetti (Ravenna)

Ufficio Stampa Abc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter