Bene l’Use nel primo scontro playoff con la Virtus

Gara 1 dei quarti di finale playoff è della . L’Use batte infatti alla Lazzeri la dopo una vera e propria battaglia che si decide nell’ultimo parziale. Per la squadra di Daniele Quilici, oltre che per la serie, è soprattutto una vittoria importante dal punto di vista psicologico.

use_empoli_mariotti_danieleLa sconfitta rimediata appena un mese fa in casa (un pesantissimo meno 13 alla 28a giornata) è infatti il fantasma che ha aleggiato per tutta la settimana in casa Use, un fantasma che ora è stato scacciato. Per questo cambia l’approccio a gara 2 di giovedì, quando l’Use dovrà lottare solo con la forza della e non contro inevitabili pensieri per non dire paure.

Se la riesce a togliersi la classica ‘scimmia’ dalla spalla lo deve alla difesa vista per tutti e 4 i parziali ed al buon inizio nel quale giganteggia Samuele Manetti che segna subito tre bombe. Sul 10-2 a firma Mariotti, coach Vezzosi si rifugia in timeout ma l’Use non molla tanto che Falconi sempre dalla lunga segna il 16-6. Un tiro pesante di Pascolo riavvicina la forbice ed al 10′ siamo 17-14. Anche se Pascolo e De Min commettono il terzo fallo, la Virtus entra in partita e, dopo aver agganciato i rivali a quota 23, sorpassa di un punto: 23-24 a firma Oliva dalla lunetta. Al riposo, complice anche un tiro affrettato di Mariotti, si va sul 29-31. A rientrare subito in partita sono i biancorossi che, con un parziale di 6-0 (Ravazzani, Mariotti, Terrosi) allungano proprio mentre Pascolo commette il quarto e il quinto fallo. Al 6′ siamo 38-38, all’8′ 45-45 con Ravazzani che si siede con tre falli. Il quarto  fallo di De Min è il preludio al 50-47 del 30′.

Ad aprire l’ultima frazione è Falconi, mentre è di Italiano il 54-49. L’Use sbaglia molto dalla lunetta ma è più precisa dall’arco grazie al solito Manetti che mette la bomba fondamentale del 57-51. Ravazzani conquista un rimbalzo che fa balzare in piedi la Lazzeri ed al 6′ siamo 58-51. La Virtus si riavvicina fino al 58-55 e un tecnico alla panchina senese viene capitalizzato a metà da Italiano: 59-55. L’Use stringe ancora le maglie difensive e, dopo il canestro del 61-55 di Mariotti, arriva un ingenuo fallo antisportivo di Bianchi. Italiano segna il 62-55 e, dopo un libero di Alessandri, la pietra sulla partita la mette l’ex Terrosi che dall’angolo mette la tripla del 65-56, quella di fatto decisiva. Finisce 67-59.

Use- 67-59

USE
Falchi 2, Mariotti 12, Sesoldi 1, Terrosi 16, Manetti 12, Delli Carri 2, Italiano 10, Ravazzani 7, Berni, Falconi 5. All. Quilici (ass. Fioravanti)

CONSUM.IT
Alessandri 12, Cucco, Bianchi, Pascolo 4, Imbrò 9, Reali 2, Rovere, Colli 13, De Min 14, Oliva 5. All. Vezzosi.

ARBITRI: Giusto di Padova e Vantini di Verona.

PARZIALI: 17-14, 29-31 (12-17), 50-47 (21-16), 67-59 (17-12)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter