Graziella Bragaglio si presenta a Pallarancione.com

Graziella Bragaglio_lnp_presidente2013Cherchez la femme. Espressione controversa, Alexandre Dumas la coniò per un’opera teatrale, sostiene che “in fondo a ogni intrico c’è una donna”: detto per metafora, la verità è femmina. Per la vulgata popolare resiste invece il detto “chi dice donna dice danno”.

Sulla scena del basket da un decennio quale presidentessa-Leonessa di Brescia, è stata eletta alcuni giorni fa presidente della costituente e i segnali sembrano indicatori del lavoro favorevole degli astri. Non solo la dottoressa (la chiamamo Grace col rispetto di una principessa) non è collocabile nella schiera dei sempre più numerosi soggetti circolanti nel nostro mondo cui “l’insuccesso ha dato alla testa”, ma si dà il caso – per un sacco di qualità che tutti le riconoscono – sia la nurse ideale per far crescere questo campionato di A dilettanti simile a un bebè in fasce che ha bisogno di essere svezzato e proporsi come una piattaforma-simbolo del “rinnovamento del basket italiano nel ridimensionamento”.

Questa lady glamour giovane ed elegante che preferisce per i suoi abiti e gli accessori anche il color l’indaco delle madonne di Piero della Francesca e dei suo occhi possiede (dicono e lei conferma) la tenacia tipica della gente bresciana (che non vende fumo) presentandosi in questa intervista con una frase rassicurante. E che ci sembra sorta di manifesto dell’understatement che ricorda i titoli chilometrici dei film della Wertmuller.

“Qualunque donna che sappia mandare avanti una casa con figli e lavoro, è sulla buona strada per capire le difficoltà e mandare avanti il mondo della pallacanestro italiana”.

La sua ricetta è thacheriana a tutto tondo, lib-lab ma anche San Francesco d’Assisi (“dove c’è errori si porti la verità, dove c’è il dubbio si porti la fede”), non nasconde la sua simpatia per Cleopatra che fu eroina e regina, fece cadere ai suoi piedi Cesare e Antonio e tremare Roma (possibile che Gianni Petrucci che di galanteria se ne intende non le abbia inviato i complimenti?) e la sintesi del suo progetto è un’immagine di comunicazione del tutto nuova, una lega efficiente, compatta, rispettabile e rispettata dalla Fip e fermare l’emorragia delle società che chiudono. In un contesto etico e sportivo, e di merito…

Presidentessa, si presenti al basket parlando se vuole anche in terza persona per chi non la conosce?

“Sono , mi occupo di basket dal 2001, sono il Presidente del Basket Brescia Leonessa dal 2009 col quale ho vinto lo scudetto di A Dilettanti nella stagione 2010-2011”

Quando e perchè ha deciso di scendere in campo?

“A febbraio , quando ho capito che le mie competenze e conoscenze potevano essere utili alla causa della nascente Lega Nazionale Pallacanestro”

Sarà vero che ha puntato i piedi per avere l’incarico, diciamo per una legittima ambizione?

“Assolutamente no, ho solo portato avanti le mie motivazioni proprio per sostenere questo incarico”

Leggi l’intervista completa di Enrico Campana su pallarancione.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter