Il punto sul campionato Dna

Serviranno ancora tutti i restanti ottanta minuti di regular season per tracciare la geografia definitiva della prossima post-season della Divisione Nazionale A. Permane infatti grandissimo equilibrio soprattutto nella parte alta della classifica. La trentaseiesima giornata ha sancito due nuovi verdetti.sandri_stefano_pillastrini_firenze_torino_basket_pallacanestro2013 Il primo è l’ufficialità matematica del primato della Manital Torino. Scottata da quattro sconfitte consecutive, la PMS si è ripresa nella giornata più importante, quella dello scontro diretto con Matera. Sconfitta che poteva essere preventivata in casa Bawer, perché si affrontava un avversario ferito dalla lezione subita dall’andata e dalle tante critiche ricevute in seguito agli ultimi deludenti risultati. Insomma, Matera si è trovata di fronte una Manital desiderosa di dimostrare la sua forza. La squadra di Stefano Pillastrini (senza l’infortunato Daniele Parente) ha scatenato Marco Evangelisti, tornato a fare canestro alla sua maniera dopo due gare da spettatore. La seconda certezza riguarda proprio la Bawer, che dopo la sicurezza dei play off, adesso ha anche la sicurezza del terzo posto. Per assicurarsi la seconda piazza e quindi il fattore campo in semifinale, servirà vincere domenica contro San Severo. Obiettivo più che alla portata per la squadra di Giovanni Benedetto, che poi avrà due settimane per preparare la fase calda della stagione. Dove tutto può succedere.

picazio_Mariani_firenze_omegna_basket2013Omegna e la voglia di non mollare – Omegna ad un passo dai play off. Più forte della malattia che le ha sottratto in pre-stagione Berolazzi, più forte dei tanti acciacchi di Picazio e Villani, più forte della spalla lussata di Paci ed ora più forte della micro-frattura al gomito di Masciadri. La stagione da lazzaretto della Paffoni può chiudersi con una qualificazione nelle prime quattro. Due punti e sarà cosa fatta, da terza o da quarta in classifica poco importa. Il traguardo per la squadra di Giampaolo Di Lorenzo sarebbe comunque fantastico per la sofferenza vissuta lungo dieci lunghissimi mesi vissuti con mille emozioni dentro e fuori dal campo.

L’harakiri di Casalpusterlengo – La rincorsa play off di Casalpusterlengo in quattro giorni rischia di essere diventato un giro a vuoto. Le due sconfitte consecutive contro Recanati e Chieti hanno compromesso il viaggio dell’Assigeco. Nella gara di domenica, Casalpusterlengo ha assistito alla resurrezione di Chieti, una delle squadre più in crisi della . Segnale importante della BLS, che ha sfruttato la pessima giornata al tiro di Casalpusterlengo. Play off ad oggi lontanissimi: L’Assigeco deve vincere le ultime due partite e sperare che Agrigento non vinca all’ultimo turno con Firenze. In un eventuale arrivo a pari punti infatti peserebbe lo 0-2 negli scontri diretti con i siciliani. Spera ancora nei play off Castelletto Ticino, che vincendo le ultime due partite (c’è di mezzo Assigeco-SBS all’ultima giornata) avrebbe la post-season garantita.

Stefano_Spizzichini_Brandini_firenze_caprari_viola_2012Viola e Firenze, salvezza ad un passo – Obiettivo salvezza quasi centrato per Reggio Calabria e Firenze. E, visto che accostiamo Viola e città di Firenze, sarebbe come una qualificazione in Champions nel calcio… Entrambe sono a quota 34 punti, con un +4 sulle inseguitrici Bari e Recanati. Entrambe si meritano questa salvezza: Reggio per l’incredibile metamorfosi sotto la gestione Ponticiello, Firenze per un finale di stagione dove non ha mai fallito gli appuntamenti importanti.

All Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter