Casadei e Caroldi nelle mire della Brandini

e . Riparte da questi due nomi il mercato della . Il primo approfondimento lo merita la vicenda Casadei-Omegna, a cui è legato saldamente il possibile arrivo del lungo emiliano in riva all’Arno. Casadei infatti ha ancora un anno di contratto con la Fulgor, che già da tempo però ha fatto sapere al giocatore ed al suo entourage di non voler proseguire il rapporto. Omegna ha già fatto scelte diverse: le conferme di Bertolazzi, Picazio e Masciadri (Saccaggi è under fidelizzato) sommate agli arrivi di Farioli e Villani di fatto hanno completato il numero massimo di cinque senior “schierabili” a referto in . Casadei formalmente quindi è ancora un giocatore di Omegna, ma presto non lo sarà più.

Si lavora per un accordo fra le parti che porti alla risoluzione del contratto, poi Casadei potrà accettare una delle offerte che ha sul tavolo, fra cui quella molto interessante di Firenze. Non solo Casadei; Firenze ormai da settimane sta valutando una lunga lista di registi. Paolini vuole un giocatore esperto, che ha già allenato in passato. Dopo la candidatura di Giacomo Mariani, adesso il nome da sottolineare è quello di Mattia Caroldi, classe ’82, già allenato da Paolini nell’esperienza a nel 2010-2011.

Fine della telenovela. Marco Pazzi nella prossima stagione giocherà con la maglia di Castelletto Ticino. Il lungo tira e molla sull’asse Castelletto-Matera si è risolto positivamente per i ticinesi, che hanno messo nero su bianco con il lungo marchigiano.

Se nella tarda serata di giovedì Pazzi sembrava arrivato al momento della firma con Matera, nella giornata di ieri tutto è cambiato. Pazzi va alla corte di Gigi Garelli, probabilmente stimolato anche dalle parole di Luca Conte, compagno di avventura a Trento ed anche lui pronto ad iniziare la sua nuova avventura in DNA a Castelletto Ticino. Il mercato della PLM non si ferma qua. Sfumato l’arrivo di Marco Passera, il nome caldo per il ruolo di playmaker è ora quello di Alexander Simoncelli.

(n.cas. divisionenazionalea.it)

All Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter