Pino Dragons, si muove il mercato in entrata: ecco Bruni e De Gregori

giovanni bruni basket

Sono Giovanni Bruni e Tommaso De Gregori i due nuovi innesti del Pino Dragons. Ufficialità a stretto giro per il nuovo playmaker e il nuovo centro titolari. Dopo gli addii a Simone Berti, Bogdan Milojevic, Gino Cuccarolo e Andrea Bargnesi, si sblocca il mercato in entrata. Il nuovo allenatore Marco Del Re ottiene i due elementi che completano il quintetto e di fatto anche la squadra.

Leggi le ultime news di basket mercato

Il più importante è sicuramente quello di Giovanni Bruni, classe ’81, giramondo della Serie B. Bruni, a Firenze nel 2007-2008 con la maglia della Fiorentina Basket, lo scorso anno ha indossato la maglia della Rekico Faenza (girone C): in 23 partite 9,3 punti (61% da 2 e 32% da 3) e 6,1 assist di media. Personalità, sia nel finalizzare il gioco che nel distribuirlo, e talento fanno parte della descrizione di un giocatore che il prossimo 25 settembre compirà 39 anni, ma che a dispetto della carta d’identità sembra avere ancora un impatto significativo in categoria. Da una certezza a una scommessa. Da scoprire Tommaso De Gregori, lungo interno classe ’98 e quindi da considerare ancora under per la serie B 2020-2021. A dispetto di un ruolo secondario che ne ha contraddistinto l’ultima esperienza alla Gimar Lecco (girone B), a Firenze il giocatore riminese avrà sicuramente più minuti a disposizione. A Lecco queste le sue statistiche: in 22 partite 5,8 punti (con il 62% da 2) e 3,5 rimbalzi in 12,4 minuti di media (con 2,8 falli di media).

Pino Dragons dunque ultimato. Il quintetto sarà formato da Bruni, Passoni, Poltroneri, Filippi e De Gregori. Dalla panchina Marotta, Merlo, Goretti, Tintori e i giovani del vivaio.

📩 Ricevi la newsletter per restare aggiornato, grazie ad una selezione di news recapitata direttamente sulla tua posta.

Tommaso De Gregori in maglia Lecco

Puoi ricevere prima di tutti le nostre news unendoti al canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *