Coronavirus, Zanardo dispiaciuto per chiusura del campionato: “Eravamo in un gran momento”

Con la chiusura dei campionati regionali da parte della FIP finisce l’avventura di tute le squadre dell’Olimpia Legnaia, in particolare della C Gold che ben stava figurando con un meritato 5° posto in classifica.
Ne abbiamo parlato con Riccardo Zanardo, coach della squadra giallo blu, ripercorrendo la stagione giocata e il momento difficile che attanaglia l’Italia intera.

“Sono molto contento della stagione giocata, finire al quinto posto per noi sicuramente è un risultato importante, considerando il settimo della passata stagione – spiega coach Zanardo – ma non ci dimentichiamo che abbiamo portato e a casa l’unico titolo della categoria, la Coppa Toscana spero almeno quello ce lo lascino”. Sempre ironico l’allenatore di Legnaia anche se dispiaciuto del momento difficile: “Facendo però un bilancio devo dire che i ragazzi sono stati super, una squadra costruita ad agosto che poi è cambiata nel corso dei mesi per colpa degli infortuni. Siamo riusciti a mettere dentro due ragazzi (Verrigni e Cioni ndr) che ci hanno dato la giusta energia e piazzare un filotto nelle ultime tre partite per agganciare il quinto posto con l’ultima trasferta clamorosa a Pielle, in un clima surreale.”

Domina l’incertezza adesso, non basta un comunicato per fare chiarezza di qui in avanti: “Purtroppo si conclude così, non so se ci saranno retrocessioni, promozioni o quant’altro, resta il rammarico per la decisione presa dalla Fip, che era nell’area, però non me la aspettavo diretta così, credevo prima arrivasse una comunicazione di servizio. Ma del resto chiudere la C Gold è piuttosto facile da certi punti di vista, come sarebbe stato facile farla giocare ancora, perché è un campionato regionale, però è andata così, adesso ci sono cose più importanti a cui pensare.”

L’Olimpia Legnaia non si ferma di certo qui però: “La volontà della società è quella di tenere informati tutti , siamo attivi sui social, sui gruppi, postiamo gli esercizi ogni settimana per stare in collegamento, anche con la tecnologa per le video call tra ragazzi. L’idea è quella di rientrare in palestra il prima possibile, per noi finisce l’attività federale ma non l’attività della società. Appena ci danno il via libera, prendo il motorino e in cinque minuti sono ad ad aprire la palloniera e fare allenamento, per divertirsi e giocare insieme, che poi è la cosa che mi piace di più.”

Per ricevere le ultime news sul basket a Firenze, le anticipazioni e i nostri aggiornamenti prima di tutti, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter
E non dimenticate l’app per Android: scaricala

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *