Fra play off e play out ballano quattro punti

arbitro_basket_dnaQuattro punti fra il terzo e l’undicesimo posto. E’ sempre più all’insegna dell’equilibrio la seconda edizione della Divisione Nazionale A. Fra paradiso (play off) ed inferno (play out) ballano due vittorie.

Fatta debita precisazione che, sulla valutazione di questa classifica, hanno grossa influenza turni di riposo e calendario, nelle ultime undici giornate di campionato può veramente succedere di tutto. Nessuno può dormire sonni tranquilli. Anzi, solo Torino può farlo. Il successo al fotofinish con Bari allunga ad otto la striscia di vittorie consecutive. PalaRuffini ancora inviolato: Torino in casa è 13-0, l’unica squadra della . Un motivo, insomma, per sostenere la causa del dominio della PMS c’è. Ed usiamo un eufemismo. Questa volta però Torino ha dovuto fatiche le fatidiche sette camicie, solo all’ultimo e dopo aver visto per due volte Bonfiglio sbagliare il tiro della vittoria. Anche un pizzico di fortuna, ma si sa, la fortuna aiuta gli audaci. Che spesso sono anche i più forti.

Capitolo – Apriamo e chiudiamo con grande rapidità, ma altrettanta fermezza il capitolo arbitrale. Quando tutti, weekend dopo weekend, si lamentano degli , significa che qualche ingranaggio nella valutazione delle partite da parte dei direttori di gara non è orientata per il verso giusti. L’infrazione di piede invertita fischiata contro Venturelli nel possesso decisivo del supplementare è la classica goccia che fa traboccare il vaso. In , per non parlare della DNB, si vedono ormai troppo spesso direzioni di gara approssimative, senza coraggio, con la tendenza a cambiare metro a partita in corso. Se i protagonisti sono ben pagati e si allenano anche due volte al giorno, chi giudica l’operato di questo professionisti deve essere preparato. Insomma deve essere sullo stesso livello. Per il momento il gap di differenza in termini assoluti fra staff tecnici+giocatori versus è evidente. Per apprezzare maggiormente il gioco ed evitare anche continue polemiche, questo differenza va limata. Una volta per tutte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter