Il Pino accelera nel terzo quarto e spazza via Torrenova

E’ nel terzo quarto la chiave del successo numero dodici del Pino Dragons. Difesa e i punti dei lunghi: in due mosse la All Food Enic si sbarazza della Levante Torrenova e inizia con il piede giusto il girone di ritorno. I siciliani tengono (a fatica) nei primi due quarti, poi dopo l’intervallo vanno giù, spazzati via dalla difesa sfiancante della squadra di Niccolai. In attacco poi ci pensa Filippi ad alzare il volume della radio e mettere corpo al parziale (18-3) che spacca la partita inesorabilmente. Una volta preso il super vantaggio, il Pino non si volta più indietro. Oltre a Filippi, gara da dominatore assoluto di Cuccarolo, un rebus irrisolto per i lunghi di Torrenova. La prestazione molto positiva consente al Pino di rimanere agganciato al secondo posto e di arrivare davvero con il vento in poppa alla trasferta di Palermo, decisiva in chiave terzo posto.

La cronaca. Primo quarto con Berti protagonista (7 punti). La partita viaggia su ritmi bassi, con Torrenova che sta bene in campo e in partita puntando su Boffelli e Santucci. Prima chiave tattica della gara il passaggio a zona chiamato da Tutti. Il Pino muove bene la palla, ma da fuori è sempre difficile trovare il fondo del secchiello. Per fortuna ci sono i rimbalzi in attacco e i punti rivitalizzanti dalla panchina di Cuccarolo (6). Il +5 (17-12) è frutto soprattutto della difesa, che lascia Torrenova senza canestro per quattro minuti.

Filippi al tiro

Nonostante le difficoltà in attacco, Torrenova ha in mente chiaramente come continuare a stare in campo: tanta zona e scommessa sul tiro da fuori del Pino. Tutto bene fino a quando la percentuali biancorosse non salgono. Poltroneri toglie il tappo, lo seguono Berti e Bargnesi ed ecco il primo tentativo di fuga (36-25 al -1’27’’).

L’onda lunga della All Food Enic aumenta a dismisura in apertura di ripresa, quando in cinque minuti la partita termina. Parziale devastante (18-3) aperto da Filippi che cambia registro rispetto a un primo tempo evanescente e domina tutti i lunghi di una Torrenova impotente. Il numero 12 apre il fuoco e fa venire giù il PalaCoverciano con la schiacciata del 53-30 a 4’43’’ dalla penultima sirena. Dentro l’area fa danni impattanti anche Cuccarolo, un vero gigante contro D’Andrea e Drigo. Toccato il fondo, la Levante prova a riemergere con qualche iniziativa di Santucci e un paio di volate in contropiede, ma il danno ormai è irreparabile. Anche perché questa volta la squadra di Niccolai, nonostante le seconde linee impiegate a lungo, non ha cali e non si volta più indietro, controllando il punteggio con estrema facilità.

All Food Enic Firenze 77
Levante Torrenova 53

ALL FOOD ENIC FIRENZE: Berti 12 (2/2, 2/4), Passoni 3 (1/4, 0/6), Poltroneri 8 (1/5, 2/5), Filippi 14 (5/8, 1/1), Milojevic 5 (2/5); Cuccarolo 20 (9/13), Marotta (0/1 da 3), Bargnesi 6 (2/4 da 3), Tintori 7 (2/4, 0/1), Forzieri (0/1 da 2), Mancini 2 (1/2 da 2), Merlo ne. All.: Niccolai.

LEVANTE TORRENOVA: Cucco 12 (1/2, 2/7), Santucci 10 (0/3, 3/7), Boffelli 14 (4/6, 2/5), Nwokoye 4 (0/3 da 2), D’Andrea 7 (3/4); Drigo 6 (3/4, 0/1), Murabito (0/3, 0/3), Sgrò (0/1 da 2), Gullo ne, Munasgtra ne. All.: Trullo.

Arbitri: Farneti e Curreli
Parziali: 17-12, 36-27, 61-44.

Le statistiche complete della gara
Note – Tiri liberi: All Food Enic 10/15, Levante 10/17. Usciti per 5 falli: nessuno. Spettatori 200.

Per ricevere le ultime news sul basket a Firenze, le anticipazioni e i nostri aggiornamenti prima di tutti, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter
E non dimenticate l’app per Android: scaricala

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *