Passoni e Filippi disinnescano il rientro di Borgosesia. Aggancio al secondo posto

Primo successo del 2020 per il Pino Dragons. Borgosesia sconfitta non senza qualche patema soprattutto grazie alla prestazione dei biancorossi cresciuti nel vivaio: Filippi e Passoni (bene anche Marotta) fanno volare il Pino che aggancia San Miniato al secondo posto (sconfitto ad Omegna). Il girone di andata dal bilancio ottimo (11-3) si chiude con una prestazione fatta di alti e bassi. Le difficoltà al tiro (8/38) da una parte, lo strapotere a rimbalzo dall’altra, sono le due facce di una domenica comunque positiva per la banda di Niccolai, sorretta dall’energia di Filippi strepitoso nella secondo tempo e dal carattere di Passoni che, al di là del 3/15 da 3 finale, ha messo i punti determinanti per arrestare il rientro di una coraggiosa Gessi.

La cronaca. Le triple in uscita dalla panchina di Marotta a Bargnesi fanno compiere il primo scatto al Pino (23-15 al 9’) che, contro le difese a zona (2-3 e 3-2) chiamate subito da Bolignano, trova buoni tiri dall’arco, ma non li manda a segno. Borgosesia concede troppi rimbalzi in attacco (7 nel solo primo quarto) ed in attacco è tutta in qualche iniziativa di Ingrosso e nel gioco interno di Di Meco. La differenza in campo è evidente ed emerge quanto il Pino alza il volume della difesa. Borgosesia segna il -3 (25-22) con Ingrosso poi sparisce per cinque minuti. La nuova sgassata è sull’asse Poltroneri-Passoni che si scambiano assist e segnano, propiziando il +15 (40-25 al 17’) firmato dalla tripla di Berti. Il Gessi prova a scuotersi prima dell’intervallo e ci riesce grazie a Cazzolato che, con due triple in fila, riconsegna alla ripresa una partita.

In realtà l’inizio di terzo quarto torna a sottolineare la differenza fra le due squadre. Quando il Pino riaccende l’interruttore dell’intensità scappa via definitivamente: parziale 10-0 con dentro tanti Filippi e Borgosesia finisce all’angolo (50-32 al 23’). La squadra di Bolignano però ha orgoglio e non molla. Anzi, a cavallo fra terzo e quarto tempino organizza il rientro, sostenuto dalle triple di Petracca e Ambrosetti e da Ingrosso e Cazzolato Dal +19, il Pino si ritrova sul +7 (59-52 al 31’) quasi senza accorgersene. L’inerzia ora è dalla parte del Gessi che gioca con fisicità e tanto cuore. Dall’altra parte invece le triple di Passoni e Filippi non nascondono le difficoltà dall’arco, specie in situazioni di zona. Borgosesia produce il massimo sforzo tornando a -6 (69-63) con Bedini e poi sbagliando una tripla piedi per terra con Petracca. Il Pino ringrazia e mette punti a referto di platino con Filippi, fantastico a rimbalzo d’attacco. L’azione che consegna la vittoria alla squadra di Niccolai è di Passoni: sul +5 (72-67) il tiratore viene di nuovo battezzato e con grandi attributi si prende la quattordicesima tripla della partita e la manda a segno. 75-67 e partita chiusa qui con 1’29’’ da giocare.

All Food Enic Firenze 78
Gessi Borgosesia 72

ALL FOOD ENIC FIRENZE: Berti 12 (1/6, 1/6), Passoni 16 (2/2, 3/15), Poltroneri 12 (4/6, 1/9), Filippi 21 (8/11, 1/2), Milojevic (0/1, 0/1); Cuccarolo 8 (2/4 da 2), Marotta 6 (1/1, 1/1), Bargnesi 3 (0/1, 1/2), Tintori (0/2 da 3), Forzieri ne, Mancini ne. All.: Niccolai.

GESSI BORGOSESIA: Faragalli 1 (0/1, 0/1), Ingrosso 18 (4/6, 2/5), Cazzolato 8 (1/4, 2/3), Petrarca 15 (4/8, 1/4), Di Meco 11 (5/7); Bedini 8 (3/6), Dosic 8 (2/4, 1/1), Ambrosetti 3 (0/1, 1/4), Vercelli (0/1 da 2), Robino ne. All.: Bolignano.

Arbitri: Vittori e Guercio.
Parziali: 25-17, 40-32, 59-49.

Statistiche complete della gara
Note – Tiri liberi: All Food Enic 13/17, Gessi 18/24. Usciti per 5 falli: Dosic e Ingrosso.

Per ricevere le ultime news sul basket a Firenze, le anticipazioni e i nostri aggiornamenti prima di tutti, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter
E non dimenticate l’app per Android: scaricala

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter