Assessore sport: una partita dentro la giunta Renzi

Stefania Saccardi sara’ il nuovo vicesindaco di Firenze dopo le elezioni politiche del 24 febbraio. Lo ha annunciato il sindaco Matteo Renzi, ospite di Radio Toscana. Saccardi, esponente del Pd e assessore comunale al welfare, prenderà  il posto dell’attuale vicesindaco e assessore allo sport Dario Nardella, dato come sicuro eletto in Parlamento insieme all’assessore all’Istruzione Rosa Maria Di Giorgi. ”Come riorganizziamo la giunta lo vediamo da qui a quando vanno via”, ha spiegato Renzi. Il sindaco prende tempo soprattutto per l’assegnazione di alcune deleghe, come lo sport e l’istruzione, ritenute strategiche anche in vista della prossima tornata amministrativa del 2014.

michele_pierguidi_jacopo_del_lungo_basket_firenzeE proprio la delega del futuro onorevole Dario Nardella appare la più ‘ghiotta’ anche in termini di visibilità sia per i prossimi mondiali di ciclismo che per il futuro che attende la scelta del nuovo stadio. La scelta potrebbe quindi ricadere su due nomi vicini al sindaco che già gravitano nel panorama dell’amministrazione comunale come Leonardo Bieber del Pd, presidente della Quinta commissione di Palazzo Vecchio quella che tra le competenze ha Cultura, Istruzione, Sport e Università e che fino ad oggi ha svolto un lavoro apprezzato anche dagli schieramenti di opposizione, e Michele Pierguidi (nella foto a sinistra a colloqui con Del Lungo gm della Pallacanestro Firenze), consigliere Pd e presidente del Calcio Storico Fiorentino di cui è stato autentico protagonista della rinascita dopo anni di problemi. Pierguidi, uomo di sport e di pallacanestro, è molto ben radicato sul territorio dove da anni guida la Sancat Firenze. Renzi opterebbe quindi per una soluzione ‘interna’ con una ‘promozione’ sul campo di uomini che hanno già dimostrato di ottenere risultati.

Le deleghe all’istruzione di Rosa Maria Di Giorgi andranno con tutta probabilità ad un’altra donna che già siede nella sala degli Otto, Cristina Giachi attuale assessore con deleghe su Università, Ricerca, Politiche giovanili, Turismo, Fondi Europei e Pari Opportunità.

Una scelta che comunque Renzi intende rendere pubblica certamente non prima dei risultati elettorali del 24 febbraio. Il sindaco dopo aver declinato qualsiasi tipo di proposta da vicepremier e tornato ad occuparsi della città dopo mesi di tour elettorale per le primarie, potrebbe tenere per sè le deleghe per lo Sviluppo Economico che erano di Nardella mentre potrebbe nascere un nuovo assessorato dalle deleghe già in possesso di Renzi.

fonte: Il sito di Firenze

All Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter