Fruschelli: “Il progetto Affrico crescerà ancora”

La partita di oggi contro Civitanova Marche mette fine al girone d’andata del campionato di Divisione Nazionale B. L’Enegan Firenze si è fatta valere ed ha disputato una prima parte del suo cammino che ha sicuramente un bilancio positivo. Lo stop di Empoli non ha intaccato quanto è stato costruito in questi mesi. Certo, è rimasto l’amaro in bocca per come è arrivata la sconfitta. Tanta però è ancora la strada davanti alla squadra di Giordani. Con Massimo Fruschelli, vice-presidente e diesse dell’Affrico Basket Firenze facciamo il punto su questi mesi di cammino del nuovo Affrico. Gettando naturalmente anche uno sguardo al futuro.

Massimo Fruschelli

Massimo Fruschelli

Bilancio prima parte della stagione – “Non posso che sottolineare la brillante posizione di classifica. Va infatti ricordato che tale traguardo non è mai stato raggiunto all’Affrico consegnandoci quindi un buon livello di credibilità. Non vanno però dimenticate le innumerevoli difficoltà che hanno contraddistinto questo inizio anno. La società dal 18 giugno è cresciuta notevolmente ed ha raggiunto traguardi insperati sia dal punto di vista sportivo che societario. Abbiamo ottenuto l’appoggio di uno sponsor importante come Enegan e sul campo abbiamo ottenuto numeri significativi. Numeri questi che ci riempiono di orgoglio ma non ci devono far scordare il nostro traguardo e cioè quello di migliorare giorno dopo giorno, allenamento dopo allenamento per arrivare preparatissimi al momento cruciale della stagione: i play off”.
La struttura dell’Affrico cresce – “I cambiamenti voluti quest’anno dalla dirigenza hanno sicuramente portato effetti benefici e risultati visibili. Un grazie va a tutti coloro che rendono possibile lo svolgersi delle settimane sportive. Grazie a Paolo, Massimo Marco per il loro impagabile lavoro guidato soprattutto da passione e amore per questi colori, grazie a Veronica, Fabio, Luca e Tommaso per come i ragazzi stanno in salute, grazie a Gabriele, Riccardo e Riccardo per la ventata di professionalità portata. Grazie a tutta la dirigenza per l’amore per questa squadra… Insomma grazie a tutti per il loro lavoro svolto fino ad oggi”.
Contrattempi – “L’infortunio di Fattori ci ha limitato dal punto di vista della crescita della squadra. La squadra ha reagito bene assicurandosi sette vittorie consecutive. Nell’ultimo periodo abbiamo però anche rimediato qualche sconfitta evitabile. Credo che questa squadra abbia il potenziale per essere più continua e dare sempre il massimo. Non mi interessa vincere a tutti i costi, ma pretendo invece che ci sia attenzione e battaglia ogni singolo secondo dei 40 minuti che siamo in campo. Con Fattori tornato a disposizione e l’aggiunta di Marengo, nel girone di ritorno dobbiamo alzare il livello del nostro basket per essere pronti nel momento cruciale dei play off”.
La sfida a Civitanova – “Dopo la sconfitta di Empoli, l’imperativo deve essere solo quello di reagire e combattere con grande voglia e combattività. Civitanova è una squadra da non sottovalutare nonostante la posizione di classifica. Sappiamo che se non giochiamo al top, in questa categoria si può soffrire contro tutti le avversarie”.
Prospettive per il girone di ritorno – “Il girone di ritorno si manifesta subito insidioso e colmo di difficoltà. Avere la squadra al completo sicuramente ci farà tanti impegni difficili affrontare con una ritrovata sinergia e sintonia con la speranza che i ragazzi si lascino guidare dal nostro coach in modo da cercare di portare a casa il massimo in ogni partita”.
Prospettive per la società. Non solo a livello sportivo… – “Nelle passate settimane abbiamo potuto apprezzare le parole del vice-sindaco Nardella riguardo al traguardo che tutti noi vogliamo: la costruzione di un nuovo palazzo dello sport all’Affrico. E’ inutile nascondersi. Quello che pochi mesi fa era un miraggio, con il passare delle settimane sta pian piano prendendo forma come un progetto sì ambizioso, ma anche di totale interesse per la collettività. I nostri risultati sportivi saranno sicuramente un veicolo importantissimo per la riuscita del progetto, per cercare di riportare all’Affrico l’antico splendore cestistico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter