Poltroneri ne mette 28 per stendere Legnaia. Ai playoff l’Enic sfiderà la Pielle Livorno

Il chiude la regular season vincendo al PalaFilarete il derby cittadino con l’. Il risultato finale è 57-75, ma i padroni di casa hanno tenuto testa al Pino per almeno 25 minuti. Per la squadra di SAlvetti sognifica il secondo posto (dopo la sconfitta di Lucca), dietro la Virtus Siena. Il primo turno playoff vedrà impegnata l’Enic contro la Pielle Livorno. Per Legnaia il primo ostacolo dei playout si chiama Pallacanestro Empoli.

Priva di Cambi, infortunato, l’Olimpia Legnaia inizia la gara con Del Secco e Trillò impegnati a raccogliere quanti più rimbalzi possibili, ma il vero mattatore della gara è il lungo biancorosso Poltroneri, decisivo non solo sotto i tabelloni, ma soprattutto in fase realizzativa. Sono 18 i punti messi a segno dal numero 21 del Pino Dragrons, che deve fare a meno di Passoni acciaccato, nel primo tempo, ben 28 quelli presenti nel referto di fine gara grazie all’ottima mira dalla lunga distanza: 5 su 7 per lui. e’ proprio Poltroneri nel primo quarto a segnare la tripla del 4-12, un canestro che scava un primo solco nel punteggio. Il forte giocatore biancorosso ribadisce a 2’06” dalla fine della prima frazione di gioco quando realizza la tripla del 12-21.

Il primo quarto si chiude sul 16-25, un punteggio che pare indcicare una gara in discesa per coach Salvetti e i suoi ragazzi. Invece nel secondo quarto Legnaia gioca una bellissima pallacanestro, riuscendo a bucare più volte una difesa ospite poco concentrata. A 6’44” dal riposo Bandinelli mette dentro i due punti che portano i gialloblu ad una sola lunghezza dal Pino Dragons: 24-25 Due minuti dopo sono i liberi di capitan Zani a decretare il sorpasso: 29-28. Gran finale con Conti segna una tripla delle sue, senza che la palla tocchi il ferro. Si va al riposo sul 38-36.

Nel terzo quarto viene il Pino, sostenuto dai tifosi del Gruppo Pampero, accorsi al Filarete in gran numero, prende subito in mano la situazione. Il tabellone segna 45-40 a 6’30” dalla fine del terzo quarto. Poi più passano i minuti più il divario si allarga. Merito, oltre che del già citato Poltroneri, dei due playmaker biancorossi, Marotta e Magini, entrambi bravi ad orchestrare il gioco della squadra.

Il punteggio alla fine del terzo quarto, 48-62, consentirebbe, in teoria, ai ragazzi di coach Zanardo di poter rientrare in partita, ma le prime azioni del quarto quarto confermano che l’inerzia della gara, è a favore degli ospiti, nelle cui fila si fa apprezzare Filippi, giocatore non spettacolare, ma che ha il merito di non sbagliare niente in tutta la gara. Al fischio della sirena il tabellone segna 57-75. La regular season passa agli  archivi, ma la stagione continua per entrambe le squadre: Legnaia cercherà la salvezza nelle sfide dei playout, mentre il Pino Dragons punterà al salto di categoria nelle gare dei playoff. Obiettivi alla portata di entrambe le squadre.

Legnaia 57
Pino Dragons 75

CANTINI LORANO LEGNAIA: Zani 14, Nardi 3, Rosi 4, Del Secco 8, Trillò 9, Bandinelli 11, Vienni, Conti 8, Ademollo, Zanussi, Tarchi, Susini. All.: Zanardo

PINO DRAGONS: Filippi 13, Goretti 8, Poltroneri 28, Magini 4, Zappia F. 4, Neri, Marotta, Merlo 1, Zappia D., Passoni n.e., Taiti 11. All.: Salvetti

Arbitri: Piram e Solfanelli
Parziali: 16-25, 38-36, 48-62, 57-75

Per ricevere le ultime news, le anticipazioni e i nostri aggiornamenti prima di tutti, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter
E non dimenticare la nostra app Apple e Android.

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter