Legnaia sulle montagne russe, Agliana è più fredda e vince lo scontro salvezza

Al termine di una partita dalle mille emozioni, la Endiasfalti Agliana si aggiudica la sfida salvezza contro la Cantini Lorano Legnaia. La squadra pistoiese, grazie a questa vittoria 73-70, non solo raggiunge i fiorentini a quota 16, ma li supera anche nella differenza canestri. Nella partita di andata Legnaia si era infatti imposta di 2 punti.

Agliana, in campo con la divisa di casa bianca con bordi neroverdi, inizia meglio, riuscendo spesso a colpire dalla lunga distanza. E’ Bogani il protagonista del primo quarto di gioco. Sono ben 11 i punti realizzati dal n° 6 aglianese nei primi 10 minuti. Il 24-18 con cui si chiude il primo quarto è un campanello d’allarme per coach Miniati, stasera sulla panchina dell’Olimpia al posto dello squalificato Zanardo.

Per L’Olimpia Legnaia, in campo con la divisa da trasferta gialloblu, il peggio arriva però nel secondo quarto, quando Rossi, alla fine il migliore in campo, e Nieri, fanno il bello e il cattivo tempo, segnando canestri a raffica e, soprattutto, limitando gli attacchi degli ospiti. Le due squadre vanno al riposo sul 41-23. Tabellino alla mano, ha segnato più punti Agliana nel primo quarto (24), che Legnaia nei primi due quarti (23).

All’intervallo la partita pare già archiviata, ma il bello di questo sport è che regala sempre qualche sorpresa. Non sappiamo cosa siano detti negli spogliatoi Miniati e i suoi ragazzi, ma la cosa ha funzionato alla grande. I gialloblu, guidati da un Bandinelli in forma stratosferica, fanno registrare un parziale di 16-, portando il risultato dal 41-23 al 41-39 in soli 4 minuti e mezzo di gioco effettivo. Un recupero che ha dell’incredibile. Ci pensa il solito Bogani a suonare la sveglia realizzando da sotto canestro.L’inerzia della partita resta comunque tutta a favore di Legnaia che, con Nardi e Bandinelli che si alternano nel ruolo di playmaker, riesce a chiudere il terzo quarto in vantaggio di 1 punto: 53-54.

Legnaia continua a macinare gioco e, soprattutto, a difendere bene, anche in avvio del quarto quarto, portandosi a +6 a 9 minuti dalla fine. I padroni di casa hanno il merito di non mollare, neanche quando a 5’41” dal termine Bandinelli segna la tripla del 60-65. Potrebbe essere il canestro che segna una svolta a favore degli ospiti, invece da qui in poi i gialloblu perdono il bandolo della matassa. A 4’02” sul 62-65 Trillò esce per cinque falli, l’ultimo commesso su tiro di Bargiacchi che dalla lunetta fa 1 su 2. Uno dei momenti chiave si registra a 3’24” dalla sirena con Legnaia avanti di 2 punti: fallo tecnico alla panchina ospite, un episodio che regala punti e fiducia alla squadra di casa.Nel concitato finale Legnaia sbaglia due attacchi consecutivi, mentre Agliana sfrutta al meglio i tiri dalla lunetta.

Vittoria meritata per i ragazzi di coach Bertini, bravi a riprendere una partita che stava sfuggendo loro di mano. Nel prossimo weekend Agliana ha in programma il derby a Montale, mentre Legnaia riceve la Virtus Siena.

Agliana 73
Legnaia 70

ENDIASFALTI: Bogani 24, Rossi 15, Nieri 17, Cavicchi 2, Limberti, Bettazzi ne, Zaccariello 2, Bargiacchi 4, Belotti 9, Razzoli ne, Mancini ne. All.: Bertini

CANTINI LORANO: Nardi 8, Zani 12, Del Secco 8, Conti 15, Trillò 7, Bandinelli 16, Vienni ne, Cambi 2, Ademollo, Rosi, Zanussi 2, Tarchi ne. All.: Miniati

Arbitri: Corso e Biancalana
Parziali: 24-18, 41-23, 53-54, 73-70

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter