Una tripla a fil di sirena condanna l’Use a Cento

La tripla di Rorato va dentro, quelle di Delli Carri e Falchi sono sputate fuori dal ferro. E così la serie positiva di quattro partite della Computer Gross finisce sotto la neve della cittadina a nord di Bologna, in un ambiente con un tifo numeroso, caldo e corretto come si vede di rado negli impianti sportivi.

Peccato, perchè anche stavolta l’Use gioca un’ottima partita lottando su ogni pallone e rimettendo in piedi un match che alla fine sembrava ormai compromesso. Ma, si sa, questo sport è bello anche perchè sa essere crudele nei momenti finali nei quali tutta la differenza del mondo la fa appena un tiro.

Difficilmente si è vista un’Use come quelle del primo parziale: 29 punti segnati, 4/5 dall’arco, un più 10 (19-29) che lascia presagire una bella serata. Il trend si conferma nel secondo parziale quando una tripla di Falchi al termine di un parziale di 2-8 regala il massimo vantaggio: 21-37. Cento, però, si scuote con tre tiri pesanti di Di Trani e così è la squadra di Quilici a subire un 11-0 che rimette il match in equilibrio, seppur l’Use riesca sempre a tenere la testa avanti: 38-43 al riposo lungo con tutti e dieci i biancorossi già andati a canestro. Al ritorno in campo match equilibrato anche se Cento mette la testa avanti per la prima volta sul 51-50. Al 30′ siamo 54-52.

Si comincia l’ultima frazione con il secondo fallo tecnico all’Use accompagnato da un antisportivo quantomeno dubbio. Cento, che perde di Trani per falli, allunga fino al 61-54, mentre è anche Italiano a chiudere la gara per falli. Al 6′ la gara sembra ormai compromessa (65-56) ma l’Use non solo rialza la testa, ma si porta addirittura sul 67-68 con Ravazzani. Siamo alle battute finali, quelle decisive. Il colpo del ko lo prova Delli Carri dall’arco, ma il ferro sputa fuori il tiro, mentre Rorato dalla lunetta mette il tiro libero del 68-68. Mancano 34 secondi, palla Use con Ravazzani che trova però solo il ferro mentre Rorato sull’altro lato e glaciale a piazzare la bomba del 71-68. Ci sono solo 4 secondi da giocare, Quilici chiama timeout e disegna uno schema per Falchi la cui bomba dall’angolo, però, si ferma sul ferro. Vince Cento 71-68.

CENTO
 Caretti 8, Tedeschini 11, Nieri 8, Bona 4, Di Trani 21, Rorato 13, Venturoli 6, Pasqualin, De Pascale, Govoni. All. Giuliani

 USE COMPUTER GROSS
 Mariotti 14, Ravazzani 12, Manetti 6, Terrosi 7, Sesoldi 4, Falconi 8, Itailiano 6, Delli Carri 2, Falchi 7, Berni 2. All. Quilici

Parziali: 19-29; 38-43 (19-14); 54-52 (16-9), 71-68 (17-16)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter