La Cantini Lorano vince lo scontro salvezza con la Synergy Valdarno

Successo importantissimo per la Cantini Lorano Legnaia che supera 69-52 la , diretta concorrente nella lotta per la salvezza.I padroni di casa giocano con la classica divisa gialla con inserti blu, gli ospiti rispondono con un completo nero con bordi arancio e verde. Per tutto il primo quarto è Legnaia a dominare ai rimbalzi, mentre gli ospiti fanno della difesa la loro arma migliore. Poche comunque le emozioni nei primi 10 minuti di gioco. Il 10-9 che si legge sul tabellone alla fine del primo quarto segnala che i tiratori di entrambe le squadre non sono ancora entrati in partita.

Più scoppiettante la seconda frazione, merito soprattutto di Bartolozzi, play di riserva degli ospiti e Barchielli, lungo impegnato a contrastare la supremazia dei padroni di casa sotto canestro, ma il vero protagonista di questa frazione è Conti, guardia della Cantini Lorano. È lui, con i suoi tiri dalla media e dalla lunga distanza a mettere in difficoltà la difesa della Synergy. A 5’36” il punteggio è di 23-17. Tutto sembra andare per il meglio per i ragazzi di coach Zanardo, ma le cose si complicano a 3 quando, sul 27-20, Trillò commette il suo terzo fallo personale e viene richiamato in panchina. Gli ospiti ne approfittano e vanno al riposo sotto di 2 sole lunghezze: 28-26.

Il terzo quarto è un susseguirsi di emozioni con i ragazzi di coach Caimi subito in difficoltà e costretti a compiere 3 falli nei primi 3 minuti della frazione. L’inerzia della partita pare andare a favore della Synergy quando, a 3’42”, Calosi mette la tripla che regala il primo vantaggio ai neroverdi: 33-35, che diventa 33-36 a 2’35. L’Olimpia appare in grande difficoltà, sia in attacco che in difesa. Coach Zanardo affida allora la squadra ad Ademollo e il giovane play si fa trovare preparato guidando i gialloblu fino al 42-42 con cui si chiude il terzo quarto. È di Zani lo spettacolare canestro da 3 che consente alla Cantini Lorano di raggiungere la parità. La sensazione è che Valdarno non abbia approfittato del momento di difficoltà dei padroni di casa.

Passata la paura, Legnaia inizia il quarto quarto con una marcia in più e grazie ad un Trillò in forma strepitosa, scava piano piano un solco fra sé e la Synergy. Subito un parziale di 5-0 con 5 punti di Zanussi che porta i gialloblu avanti di 5: 47-42 a 9’34”. A 6’58” sul 54-47, la Cantini Lorano corre l’ultimo rischio, quando Trillò commette il quarto fallo, ma il numero 33 fiorentino resta comunque in campo a segnare canestri importanti. Saranno 14 i punti di Trillò nel tabellino finale, tutti punti segnati nel momento decisivo della gara. La partita si chiude a 4’41” quando una bella combinazione Trillò – Zanussi si conclude con il canestro di Zanussi che subisce anche fallo. Zanussi in lunetta sul 58-47, libero aggiuntivo sbagliato, ma rimbalzo conquistato da Tarchi che segna e porta il punteggio sul 60-47. Come direbbe Dan Peterson: “Mamma butta la pasta”. Partita praticamente finita, c’è spazio solo per la sostituzione di Trillò a 90″ dalla sirena, con il lungo ex Altopascio che esce fra gli applausi di tutto il Filarete.

A fine partita il presidente dell’Olimpia, Sergio Masi ha voluto sottolineare la grande prova di Ademollo che, come già era successo nella scorsa stagione, si è fatto trovare preparato. Bilancio di 2 vittorie e 2 sconfitte per Legnaia dopo le prime 4 gare. Un buon bottino per una squadra il cui obiettivo è la salvezza. Qualche problema invece per Valdarno, ancora fermo a quota 0 in classifica.

Cantini Lorano Legnaia 69
52

LEGNAIA: Zani 17, Nardi 9, Cambi 6, Rosi, Trillò 14, Vienni, Conti 6, Ademollo, Del Secco 3, Zanussi 7, Tarchi 7, Dozzani, Coach: Zanardo.

VALDARNO: Calosi 3, Brandini 6, Pellucchini 8, Innocenti 3, Norci 12, Bartolozzi 3, Mecaj, Barchielli 8, Ceccherini 5, Fusini ne, Dainelli 4, Corsi ne, Coach: Caimi.

Parziali: 10-9 28-26 42-42.
Arbitri: Di Salvo e Carlotti.

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter