Napolitano premia coach Marco Calamai

Un altro prestigioso riconoscimento per e la sua benemerita attività per gli altri cui ha dedicato l’ultima parte della sua vita nel basket (prima giocatore e poi allenatore in serie A). Lunedì 3 dicembre, in occasione della Giornata Internazionale delle persone con , il coach (ex della Pallacanestro e oggi professore universitario e uomo di tv) nato a Firenze classe 1951, trapiantato a Bologna (con la sua città natale però ha mantenuto contatti e attualmente è Consigliere per lo sport del Comune di Firenze), dove è diventato anche una figura di riferimento della Fortitudo (giocatore, poi coach, ora consigliere della Casa Madre), sarà ricevuto al Quirinale, dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano durante un’Udienza privata ristretta a soli 25 invitati.

Le 25 persone convocate in udienza si sono distinte nell’impegno a favore di persone con disabilità. Tra queste, 6 riceveranno un’onorificenza al Merito della Repubblica Italiana: Marco Calamai sarà tra queste. Un riconoscimento per il suo Progetto di basket integrato, “Overlimits”, pensato 17 anni fa e “che ho realizzato – dice coach Calamai- grazie anche all’attenzione e alla considerazione della Lega Basket, della Legadue della Fip, un progetto che mi ha e ci ha portato lontano”.

Tutto nasce dall’amore per i basket e per le persone (e che, in realtà, sono legati tra loro più di quel che possa apparire a prima vista), sentimenti che sono di Marco Calamai, uomo sensibile ai valori umani profondi, legati alla cultura umanistica e soprattutto al rispetto degli altri, specie quelli diversi ma abili come noi. Diversamente abili ma altrettanto da amare e apprezzare: come fa da 17 anni Marco Calamai coach di un progetto diventato simbolo di integrazione e di educazione all vivere insieme, riconosciuto ormai ai più alti livelli. da parte sia delLe Istituzioni sportive che politiche e del mondo dei media

fonte: Legadue

All Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter