Laurenziana cuore e orgoglio, Meloria deve piegarsi in gara 1

Gran gara 1 per la Laurenziana che strappa la vittoria a Meloria. Labronici sempre avanti cedono al nervosismo nel finale e ad una Laurenziana orgogliosa e carica che vuole proprio salire in C.

Il Mattioli è vestito a festa, come nelle occasioni di gala, bandiere, striscioni e tamburi decorano il muro biancorosso fatto di famiglie, bambini e appassionati. La partenza dei biancorossi è subito lampo creando un parziale di 6-0, la risposta della forte Meloria però non si fa attendere e con un super Bargelli (10 punti nel 1° quarto) prima recupera e poi allunga sul 20-25.
In avvio di quarto la Laurenziana cambia la difesa e toglie un po’ di certezze alla squadra di coach Angiolini costringendolo a un time-out sul 25-25 dopo 2’40” di gioco, il coach livornese si mette a zona 2-3 togliendo ritmo ai fiorentini e ritrova il vantaggio di 5 punti quando mancano 30″ alla fine del tempino, poi una bomba di Becattini e 2/2 dalla lunetta di boschi riportano tutto in partità a 4″ dalla fine quando Storti si inventa un buzzer beater da 13 mt di tabella che manda in vantaggio negli spogliatoi gli ospiti sul 38-41.

 

Nel terzo quarto Meloria prova una nuova fuga ma le bombe in successione di Bardini, Mendico e Boschi tengono i biancorossi sulla linea di galleggiamento nascondendo così qualche problema di circolazione di palla che è stata un po’ il cruccio di tutta la partita della squadra di casa, la barca regge ma il punteggio dopo 5 minuti del terzo quarto è sul 48-56. Nervi tesi a questo punto in casa Laurenziana con un litigio in panchina che scuote la squadre e anche il pubblico, ne approfitta Meloria che in 3 azioni si porta sul 50-61 dando più che una spallata al match.

Laurenziana in uno stato emotivo sicuramente scosso, barcolla, ma con cuore e orgoglio riesce a ritrovare ritmo in difesa e a concedere solo 2 punti ai biancoblu poi in attacco l’esperienza di Scarselli, Bernardelli e il talento di Mendico ricuciono lo strappo fino al 61-63 di fine quarto. Si arriva così a 10 minuti dalla fine con Storti che si carica i suoi sulle spalle e strappa ancora una volta la partita, portando il match sul 68-76 a 5’23” facendo pensare ormai a un tracollo biancorosso sempre più prossimo, ma il cambio di difesa paga ancora una volta e i fiorentini possesso dopo possesso recuperano palloni costringendo coach Angiolini a un nuovo timeout sul 73/76 a 3’11” dalla fine e con la partita nuovamente in bilico.

Gli ultimi minuti sono incredibili con le due squadre che lottano come pugili sfiniti sul ring, ed è ancora il più giovane di tutti, Mendico, a trovare 5 punti di puro talento e il più vecchio, Bernardelli, a tramutare due rimbalzi in attacco in 4 preziosissimi punti e segnare il sorpasso 79/78 a 43″ dalla fine.
Ancora timeout degli ospiti ma la scelta di tiro di Bargelli è affrettata e un 4/4 ai liberi di Bernardelli e Mendico chiudono il match, regalando la vittoria alla Laurenziana che adesso andrà giovedì a Livorno per provare a vincere il campionato.

Laurenziana 84
Meloria Livorno 78

Laurenziana: Pini 11, Mendico 17, Becattini 4, Berti, Scarselli 23, Bardini 10, Naldi, Bernardelli 12, Mannelli, Calamai 2, De Peverelli, Boschi 5. Coach Paoletti – Calamai

Meloria: Bargelli 28, Storti 21, Giua 2, Innocenti, Pasquinelli 4, Vortici 6, Raffaelli, Marini 7, Barsotti 8, Ciardi, Bonciani 2. Coach Angiolini

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter