Agente Zero #10: la Grande Bellezza di Avellino in semifinale e qualche dubbio sui premi stagionali

Ciao a tutti e ben ritrovati, vi chiedo scusa per il ritardo ma ultimamente mi posso giustificare dicendo che sono stato un po’ impegnato. Cosa ho fatto lo vedrete leggendo l’episodio di oggi.

Intanto sono abbastanza sorpreso di essere giunto alla puntata numero 10, non credevo che avrei avuto tutti questi argomenti e la costanza per scriverli!

Ma bando alle ciance, come ho anticipato oggi si parla di cose serie: i playoff di serie A.

Quest’anno e stato molto lungo e pieno di mille problemi e infortuni, bisogna ammettere che la fortuna è davvero cieca ma che la sfiga ha visto benissimo Avellino in questi mesi 😅.
Nonostante ciò siamo riusciti a qualificarci come terza forza del campionato dopo la stagione regolare, ma puntualmente (rimanendo nella sfortuna e nelle difficoltà) ci siamo trovati ad affrontare Reggio Emilia. Avversario ostico per eccellenza e sulla carta forse il più difficile tra quelli possibili per il primo accoppiamento; la cosa che però ci ha stuzzicato fin da subito è stato il fatto di poter vendicare l’eliminazione patita l’anno precedente in semifinale.

Gara 1

Proprio questa fame e voglia di rivalsa ha portato ad una gara 1 pressoché perfetta che ci ha visto stare davanti per tutti i 40 minuti e controllare la gara nel finale senza troppi patemi d’animo. Però, come succede spesso in questi casi, vinta la prima si azzera tutto perché non bisogna mai dare per morti degli avversari del genere.

Gara 2

Si è capito subito che gara 2 sarebbe stata diversa. L’approccio è stato completamente diverso da parte di Reggio Emilia, forse causato anche da un pizzico di sicurezza di troppo da parte nostra: fatto sta che ci siamo trovati a rincorrere all’intervallo. Il tempo negli spogliatoi aiuta sempre e anche stavolta (spinti come sempre da un pubblico impagabile) abbiamo rimontato e nel finale dilagato sui reggiani. Adesso l’obiettivo era andare in trasferta per cercare di chiuderla.

Gara 3

Da subito abbiamo fatto capire di non essere andati a Reggio per una gita di piacere. A ripensarci in questi giorni devo ammettere che è stata una bella partita, tosta, intensa, piena di parziali dall’una e dall’altra parte. Poi però se devo dire che vincere la partita con un tiro allo scadere in trasferta è stato qualcosa di una goduria incredibile. Quindi ora barra dritta e si guarda alla semifinale contro Venezia.

Premi stagionali. Prendo un attimo di fiato e passo a parlare dei premi assegnati per la fine della stagione. Devo dire che non sono molto d’accordo su un paio di verdetti. Sono sicuro che Landry di Brescia abbia fatto una grande stagione, però per la consegna del MVP, secondo me, dobbiamo addizionare alla prestazione individuale anche il piazzamento della squadra, senza dimenticare il fatto che giocasse con giocatori come Vitali e Moss che esaltano le qualità individuali. Sono di parte ma io avrei giocato il mio euro su Ragland come miglior giocatore della serie A.

Anche sull’allenatore sono solo parzialmente d’accordo. Perché e vero che Esposito sta facendo autentici capolavori da due anni a Pistoia, però quest’anno quello che ha fatto Di Carlo con Capo d’Orlando è un vero miracolo sportivo. Qualificazione alle F8, piazzamento playoff, vittoria in gara 1 a Milano, il tutto con un budget risicassimo e tanti infortuni durante l’anno che non è sembrato condizionarli: chapeau!

Vista su Firenze. Parlando di basket di “casa nostra” mi dispiace un sacco aver visto l’Enic Pino Dragons retrocedere dopo che in gara 1 era andata vincere in trasferta. E’ un vero peccato visto i tanti sacrifici dei ragazzi e l’impegno e la voglia che ci avevano messo per agguantare i playout. Dall’altro lato sono contento di vedere la All Foods Fiorentina che ha superato le proprie aspettative, ha passato il primo turno per fermarsi solo in semifinale contro la forte Orzinuovi: in bocca al lupo a tutti per la pianificazione estiva!

Un abbraccio.

Zero.

Aspettando la prossima puntata potete continuare a seguire Andrea Zerini suoi suoi canali: Facebook, Twitter, Instagram.

Comments are closed.

Per ricevere le ultime news, unisciti ai nostri canali Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Instagram | Twitter